Accensione riscaldamento condominiale, i giorni e gli orari





Ormai da diversi anni l’accensione riscaldamento condominiale è regolata da una legge che prevede sia la data di quando deve essere acceso,
ma anche quante ore giornaliere possono rimanere accesi i termosifoni.
In base alla legge 10-1991, infatti l’orario di accensione riscaldamento condominiale è regolato in base a diverse zone in cui le varie città italiane sono inserite,
Roma ad esempio è zona D e che ci informano quando si accendono i termosifoni.

ACCENSIONE RISCALDAMENTO CONDOMINIALE QUANDO E COME

In base alla zona variano i giorni di accensione, significa che in alcune zone è possibile accendere i termosifoni il 1 novembre, in altre,
a seconda delle temperature, il 15 ottobre.
Stessa cosa vale per la data di spegnimento che varia sempre in correlazione dal clima, e da quanto è fredda la zona.
L’unica cosa in comune che c’è è la durata giornaliera, ossia il numero di ore che i termosifoni possono stare accesi.
Il range è dalle 5 alle 23  e il totale di ore è fissato a seconda della zona, si va da un minio di 6 ore nella zona F ad un massimo di 14 per la zona B
fino a nessuna limitazione per le zone alpine.

Un’altra nota importante della legge è che non si possono superare i 20 gradi centigradi, con un margine di 2 gradi, questo per quanto riguarda abitazioni,
scuole e uffici, scende di due gradi, 18, nel caso di attività industriali.
Ricordiamo che questa regolamentazione serve per evitare che aumenti l’inquinamento nelle città, visto che il riscaldamento incontrollato è una delle maggiori cause.
Inoltre abitare in alloggi dove fa troppo caldo fa si che ci sia un proliferare di batteri e in più l’escursione termica tra dentro e fuori aumenta
il rischio di malanni di stagioni.

ACCENSIONE RISCALDAMENTO AUTONOMO E PRIVATO

In termini di legge è possibile che con determinate condizioni meteo i sindaci delle città  possano variare la normativa variando sia la durata
di attivazione degli impianti che il periodo dell’accensione riscaldamento privato.
Per controllare le variazioni ogni singolo comune sulla loro pagina web inseriranno le comunicazioni relative a modifiche.
Ricordiamo inoltre che per legge si devono montare sui termosifoni le valvole di termoregolazione, il termine è scaduto il 30 giugno 2017.




 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.