Riscaldare casa con la pompa di calore quanto ci costa?


Riscaldare casa con la pompa di calore quanto ci costa?




Quando si parla di riscaldare casa con la pompa di calore inevitabilmente si pensa a quanto inciderà sulla bolletta elettrica. Il costo pompa di calore però grazie alle nuove tariffe potrebbe essere molto più leggero rispetto agli anni passati, vediamo come.

La riforma delle bollette

Lo scopo della riforma entrata in vigore nel luglio 2014 è quella di premiare le nuove tecnologie che permettono di limitare l’uso di combustibili fossili a vantaggio di fonti energetiche rinnovabili.

La nuova tariffazione denominata D1 è stata ideata per la categoria di  consumo “domestico con pompa di calore”.

Questa nuova tariffa, per favorire chi utilizza pompe di calore per scaldare gli ambienti, prevede che il costo di ogni kWh consumato sia costante e indipendente dai kWh consumati e basati sulla tariffa progressiva.




Quando la tariffa D1 è entrata in vigore non tutti hanno potuto però usufruirne poiché erano richiesti dei requisiti minimi come l’assenza di un altro impianto di riscaldamento e la presenza di un contatore elettronico telegestito.

Come cambiano le tariffe

Dopo una prima fase di sperimentazione terminata il 31 dicembre 2016, dal 1° gennaio 2017 chi aveva aderito alla nuova tariffa ha iniziato a pagare la corrente secondo la tariffa TD non progressiva. A partire invece dal 2018 questa tariffa è in vigore per tutti gli utenti.

Esempi con le nuove tariffazioni

Prendendo in considerazione un appartamento di 80 m2, con pompa di calore aria-aria che fa caldo e freddo, situata in una zona climatica di fascia E (zona più fredda) consumerà una media di 4.500 kWh all’anno.

  • potenza impegnata di 4,5 kW  pagherà circa 854 euro.
  • potenza impegnata di 6 kW  pagherà circa 890 euro.

Mentre per una pompa di calore aria-acqua che fa caldo e freddo + acqua calda sanitaria per 4 persone, con un consumo medio di 6.000 kWh all’anno

  • potenza impegnata di 4,5 kW circa 1.080 euro;
  • potenza impegnata di 6 kW circa 1.117 euro.

Prendendo in considerazione un appartamento di 80 m2, con pompa di calore aria-aria che fa caldo e freddo, situata in una zona climatica di fascia D (zona più calda) consumerà una media di 3.800 kWh all’anno.

  • con una potenza impegnata di 4,5 kW circa 749 euro.
  • con una potenza impegnata di 6 kW spenderà 785 euro.

Pompa di calore aria-acqua sia per climatizzazione che per acqua calda sanitaria, con un consumo medio di5.000 kWh all’anno.

  • con una potenza impegnata di 4,5 kW circa 929 euro;
  • con una potenza impegnata di 6 kW circa 965 euro.

Scegliendo oggi la pompa di calore abbiamo visto come risparmiare sul riscaldamento domestico e stare caldi




Informazioni su Samantha Lombardi 23 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Scrittrice con all'attivo due libri pubblicati, collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.