Quando si concima un giardino: ecco come avere piante rigogliose e belle


Quando si concima un giardino: ecco come avere piante rigogliose e belle




Quasi sempre le piante hanno bisogno di apporti nutritivi per crescere rigogliose. Ogni specie ha esigenze precise, ma esistono alcune regole generali e quindi è bene sapere quando si concima un giardino e come si fa.

Innanzi tutto è bene evitare di concimare le piante molto assetate: meglio prima bagnare a fondo il suolo. La seconda regola è quella di utilizzare un preparato adatto al periodo: i concimi a lenta cessione possono essere forniti anche in autunno e inverno, in quanto vengono assorbiti lentamente e con un rapporto legato a temperatura e umidità del suolo. I concimi a pronto effetto, liquidi o granulari, sono invece di pronto effetto e assorbiti rapidamente, adatti quindi al periodo primavera-estate quando l’emissione di nuovi germogli e gemme non incontra rischio di gelate. Infine non va dimenticato che il concime va fornito in dose adatte, seguendo le istruzioni riportate in etichetta, evitando gli eccessi e i sovradosaggi.

Quando si concima un giardino: le aiuole

Le aiuole e bordure fiorite richiedono un regime di concimazione regolare e continuativo nel periodo di massimo sviluppo e vigore. Oltre agli elementi base, quali azoto, fosforo e potassio, sono necessari mesoelementi e microelementi come: magnesio, boro, zinco e zolfo. Si chiamano così perché sono richiesti in quantità minime, ma la loro carenza è subito evidenziata da rallentamenti di crescita e da minore produzione di foglie e fiori. Un concime universale che risponde a queste esigenze, può essere impiegato sia per una concimazione di base a fine inverno, che per quella di copertura da aprile a giugno e nuovamente da metà agosto a settembre per le piante ancora in fioritura.

Ma quando concimare alberi e arbusti?

Le forme arboree e arbustive richiedono concime al momento del risveglio primaverile fino alle soglie
dell’estate. L’elevata esigenza di azoto rende necessaria per queste piante, un concime ad azione
prolungata che favorisce uno sviluppo armonioso e una produzione di germogli, foglie e fiori. Le piante
mediterranee quali: palme, cycas e altre specie amanti del caldo si concimano tra aprile e giugno e in settembre.




Nessun giardino, per quanto piccolo, può dirsi completo se vi manca un prato. Anche se composto dalle
più umili fra le piccole piante, un tappeto erboso ben curato costituisce la nota più caratteristica di un
giardino, serve da sfondo e da contrasto ai colori dei fiori ed è bello in tutte le stagioni. La
concimazione dei manti erbosi
inizia quando sono terminati i geli, con un concime a lenta cessione
che va fornito anche a fine autunno. Nei periodi di massimo sviluppo (aprile, maggio, giugno e
settembre) occorre invece un prodotto a rapido effetto che aiuta l’erba a mantenersi fitta e di un
brillante color verde.

Nel caso ancora non abbiate un’area verde ma state pensando che lo spazio dietro casa possa trasformarsi in qualcosa di bello allora iniziate a porvi la domanda: come si realizza un giardino casalingo? Dopo aver pensato alla sua realizzazione fate una lista con gli attrezzi da avere per fare giardinaggio, in questo modo avrete le idee chiare e precise su cosa fare.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.