Climatizzatori: sono detraibili dalle tasse?


Climatizzatori: sono detraibili dalle tasse?




La buona notizia del 2018 è che l’installazione o la sostituzione dei climatizzatori è attualmente detraibile dalle tasse, ma deve rispettare alcuni requisiti per avere questa agevolazione infatti è importante avere le idee chiare su quale climatizzatore scegliere. Questo diritto spetta ai cittadini che stanno pensando di ristrutturazione o di sostituire i vecchi condizionatori, a favore di un nuovo impianto dalla Classe Energetica A+. Ricordate che per usufruire della detrazione, dovrete documentare l’acquisto del nuovo condizionatore. Inoltre, andrebbe pagato mediante bonifico postale o bancario ordinario, carte di credito o di debito, o con un bonifico bancario parlante. Di seguito vi elenchiamo gli specifici casi in cui potrete ricorrere al bonus.

 

  • Potrete detrarre il 50% qualora il nuovo impianto sia a pompa di calore. Il condizionatore deve necessariamente rispettare una classe energetica che mira al risparmio, inoltre una riduzione dell’IVA che sarà pari al 10%. Si applica solo su condomini, immobili residenziali o comuni.

Quando possiamo richiedere una detrazione dalle tasse per i nostri climatizzatori?

  • Potrete detrarre il 65% qualora il condizionatore con pompa di calore, sempre ad alto risparmio energetico, vada a sostituire un impianto di riscaldamento preesistente. Si applica solo su uffici, negozi, abitazioni.
  • Potrete detrarre il 50%, qualora vi fosse in corso una ristrutturazione edilizia su abitazioni singole o condomini, e in questo caso potrete ricorrere alla detrazione nel caso in cui acquistaste mobili ed elettrodomestici sempre di classe energetica A+ (richiesta solo A per i forni). Anche i climatizzatori in questione dovranno essere di classe energetica A+.

Dovrete sempre rispettare il parametro richiesto della classe energetica

  • Se vi state chiedendo se potete usufruire ugualmente della detrazione, qualora non state
    valutando una ristrutturazione, la risposta è sì. Potrete detrarre il 65% nel caso in cui
    stiate cambiando il climatizzatore a favore di un impianto a pompa di calore, rispettando
    sempre il parametro della alta efficienza energetica. La somma massima della spesa detraibile
    ammonta a 46.154 euro.

 

 







Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.