Termosifoni autonomi, quando devono essere spenti


Termosifoni autonomi, quando devono essere spenti




Quando è iniziato l’inverno uno dei principali problemi venuti a galla quest’anno e non solo, è stato quello dell’accensione e dello spegnimento dei termosifoni autonomi. I riscaldamenti infatti, soprattutto al nord, sono fondamentali nel periodo invernale proprio per il freddo pungente.

In questo 2018 il freddo è arrivato anche dove nessuno se lo sarebbe mai aspettato e proprio per questo motivo, i termosifoni sono diventati fondamentali per il riscaldamento delle abitazioni e degli edifici pubblici.

Termosifoni autonomi o centralizzati?

Ci sono due categorie di riscaldamento utilizzate, per quanto riguarda la prima si tratta dei termosifoni autonomi che prevedono l’attacco direttamente dalla propria abitazione o dal proprio ufficio. La seconda invece riguarda il riscaldamento centralizzato e quindi collegato all’intero condominio.

Quando si ha un tipo di riscaldamento come quest’ultimo, allora è fondamentale ricordare che ci sono delle norme da seguire per l’accensione e lo spegnimento dei termosifoni. Il tutto varia in base alle zone che vanno dalla A alla F, queste sono suddivise in base al posizionamento delle diverse regioni dello stivale.




Termosifoni autonomi, devono essere spenti obbligatoriamente?

Una domanda che spesso i possessori dei termosifoni autonomi si pongono è quella dell’esistenza di
un limite massimo per lasciare accesi i riscaldamenti, o meglio spesso ci si chiede se è obbligatorio
doverli spegnere entro un certo orario o in qualsiasi stagione.

A questa domanda c’è una semplice risposta, ovviamente trattandosi di termosifoni autonomi, quindi di
un riscaldamento privato, non c’è un vero e proprio limite. È ovvio che se si vuol risparmiare
sull’energia
, economicamente e a livello ambientale ci devono essere dei limiti, però quando si
possiede un riscaldamento di questo tipo, nessuno è obbligato a rispettare delle regole.

Tutto questo però, a patto che le decisioni personali non vadano a ledere quelle altrui. Ad esempio in un ambiente di lavoro devono essere rispettate certe temperature per poter consentire il miglior svolgimento delle attività, se questo non avviene si va incontro a delle sanzioni e anche a problemi personali con gli inquilini o i lavoratori stessi.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.