Climatizzatori in un condominio, si possono mettere?


Climatizzatori in un condominio, si possono mettere?




Negli ultimi anni i climatizzatori per la casa sono diventati una presenza fissa nelle abitazioni monofamigliari, ma per le persone che vivono in un condominio l’installazione di un condizionatore d’aria non è così scontata in quanto occorre seguire una serie di regole.
Ogni comune infatti ha le sue prescrizioni in materia: per esempio, in alcuni comuni italiani è necessario domandare un’autorizzazione scritta per l’installazione dei climatizzatori in un condiminio, mentre in altri potrebbe essere richiesto all’inquilino, o al proprietario dell’immobile, di rispettare delle distanze precise per quanto riguarda il posizionamento dell’apparecchio.

In alcune città, soprattutto in quelle dove è presente un centro storico importante, addirittura
potrebbero essere presenti delle limitazioni o dei divieti, emanati con lo scopo di salvaguardare
l’armonia degli edifici.

In questi casi c’è poco da fare: l’unica soluzione per non “morire di caldo o di freddo” è quella di
installare dei climatizzatori monoblocco nel condominio, per i quali è necessario soltanto praticare un piccolo foro nel muro per consentire l’uscita dell’aria climatizzata. Da qui il come scegliere il condizionatore più adatto a voi senza tralasciare i modelli migliori del 2018.

Climatizzatori in un condominio: si possono installare? 

Dopo essersi informato presso gli uffici del suo comune, l’inquilino dovrà decidere qual è il miglior
climatizzatore
da installare nel proprio appartamento.
Per quanto riguarda la scelta del condizionatore, se decide di posizionarlo all’esterno dovrà
considerare l’impatto visivo che l’apparecchio potrebbe avere su tutto l’edificio.
Il regolamento dei condomini, salvo eccezioni, di per sé non vieta l’installazione dei condizionatori, ma
stabilisce delle norme precise che devono essere rispettate, come ad esempio il divieto di posizionare il
climatizzatore sulle facciate principali.




L’inquilino dovrà inoltre assicurarsi che il climatizzatore non produca rumori fastidiosi né che immetta
aria calda, o fredda, negli appartamenti confinanti con il suo.
In caso di dubbio, e per evitare problemi con i vicini, suggeriamo di contattare per tempo
l’amministratore e di informarlo.

 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*