Parassiti delle piante, ecco i principali da debellare


Parassiti delle piante, ecco i principali da debellare




Le nostre piante sono prese costantemente di mira da possibili agenti infestanti come i parassiti delle piante. Per questo, è bene ricorrere a qualche piccolo trucchetto per evitare che i parassiti possano insediarsi nelle piante e rovinarle del tutto.

Anzitutto, è bene prevenire, piuttosto che curare, come per ogni problema. Che cosa significa? Che ricorrere immediatamente a insetticidi e pesticidi non è la soluzione migliore. Infatti, questi prodotti hanno un’elevata componente chimica che potrebbe ugualmente avere effetti micidiali per la salute della pianta.

Quali sono i principali agenti infestanti delle piante?

L’azione migliore a cui possiamo ricorrere per la salute del nostro giardino – o delle piante del nostro balcone – è proprio la prevenzione. Dobbiamo sempre fare molta attenzione ai pozzetti di acqua stagna, per esempio. Quest’ultimi sono l’habitat ideale di molti parassiti per riprodursi.

Non bagnate mai eccessivamente le piante. Certo, alcune vanno annaffiate ogni giorno, ma se lasciata l’acqua stagna potreste ritrovarvi degli insetti nel giro di pochi giorni.




Di seguito, ti lasciamo una lista dei principali agenti infestanti con cui potrai dover combattere:

  • Afidi: insetti molto piccoli, di colore verde, che attaccano indipendentemente sia ortaggi sia piante;
  • Dorifora: coleottero molto ghiotto delle foglie! Dovete fare molta cura alle foglie: se le trovate mangiucchiate o piccole uova arancioni, cercate un trattamento adatto;
  • Cavolaia: una farfalla molto dispettosa affezionata ai cavoli. Le sue ali sono bianche, tappezzate di piccole macchie nere. Controllate sempre le uova dei cavoli. Per combatterle potreste utilizzare il macerato di pomodoro;

Attenzione alle mosche: potrebbero causare molti problemi ai vostri ortaggi

  • Mosche: ebbene, le mosche sono uno dei principali agenti infestanti. Pare che preferiscano attaccare la cipolla, la carota, o l’asparago… un metodo tradizionale vorrebbe che alternaste la piantagione di queste verdure con le piante di prezzemolo;
  • Oidio: una malattia che origina dai funghi. Potrebbe essere la conseguenza di costanti piogge o troppa acqua.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.