Orto a casa, con cosa possiamo concimarlo?


Orto a casa, con cosa possiamo concimarlo?




Coltivare un orto in casa è un impegno piuttosto importante. Se siete alle prime armi e non sapete quali sono gli elementi decisivi per la crescita delle vostre piante, questo articolo fa al caso vostro. Vogliamo ricordarvi che i benefici di un orto casalingo sono enormi dalla saluta e soprattutto dal risparmio.

Come concimare la terra al meglio per ottenere degli ortaggi perfetti

Ci sono delle cose molto importanti da sapere a riguardo. La riuscita di una coltivazione dipende da molteplici fattori esterni e interni: la luce del sole, per esempio, è fondamentale per la vita delle piante.

Si tende a esporre le piante per almeno sette ore al giorno sotto il sole: in alcuni casi, come nelle piante di peperoncino, si può arrivare fino a 14 ore di sole ogni giorno. La maturazione del peperoncino dipende proprio dalla luce.

Anche il terreno necessita di piccoli accorgimenti. Il terreno delle nostre piante deve essere sempre drenato; dovete aggiungere molta sostanza organica, per favorire la crescita. Inoltre, dovete fare attenzione che non siano presenti degli avvallamenti di terreno. Quest’ultimi causerebbero delle piccole pozze di acqua stagna, che potrebbero mettere a serio rischio la salute della pianta.




Prendersi cura del terreno: il materiale organico è essenziale per un orto in casa

Il terreno deve essere sempre fertile. Un terreno arido, asciutto, che non viene mai fertilizzato, difficilmente darà alla luce dei frutti o degli ortaggi in salute.

Gli ortaggi dipendono dalla fertilità del suolo. I vari prodotti cui possiamo ricorrere sono i seguenti:

  • Letame maturo;
  • Stallatico;
  • Pollina;
  • Guano;

Questi hanno delle proprietà perfette per fertilizzare al meglio il terreno e favorire una crescita robusta della pianta. Vi consigliamo, inoltre, di mescolare i fertilizzanti, per apportare in ogni terreno la dose perfetta.

Altri elementi che sono considerati positivi per il terreno sono le cenere di foglie o di legna: tuttavia, prima di procedere, dovrete assicurarvi che siano privi di agenti chimici. Preferire un fertilizzante naturale è preferibile ai prodotti di derivazione industriale.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.