Frigorifero, come si dispongono gli alimenti per farli durare di più


Frigorifero, come si dispongono gli alimenti per farli durare di più




C’è un modo per disporre al meglio gli alimenti nel proprio frigo? Ebbene si, se disponiamo in un determinato modo i nostri alimenti, questi dureranno più a lungo. In estate, è possibile che il cibo possa andare a male prima del tempo infatti quando acquistiamo un nuovo frigorifero sulle istruzioni potrete notare che i diversi scompartimenti sono destinati ad alimenti ben precisi.

Come disporre gli alimenti in frigo: tutto ciò che c’è da sapere

Le alte temperature, l’umidità, non sono elementi positivi per il nostro cibo. Per esempio, una delle prime cose che dovremmo evitare è di disporre gli alimenti nella parete in fondo del frigo. Il rischio è che questi si attacchino alla parete, perché è una parte eccessivamente umida e quasi “gelata”. Di conseguenza, il cibo perirebbe e saremmo costretti a buttarlo, oltre a dovere disinfettare il frigo e pulire la brina.

Il secondo punto è molto importante: non riponete mai in frigo gli alimenti cotti ancora caldi. Questo potrebbe comportare un rischio per il frigo. Sarebbe corretto anche riporre il burro in un contenitore ermetico, perché è un alimenti delicato e potrebbe contrarre batteri.

Per le uova, invece, lo spazio apposito è quello della porta del frigo. Uno dei rimedi della nonna per la corretta conservazione della frutta è la verdura prevede di essere lavata prima di metterla in frigo e inoltre di avvolgerla in carta assorbente. È un consiglio molto buono, perché previene il suo naturale deperimento, come nel caso dell’insalata.




Ecco come dovrebbe essere il vostro frigorifero

  • In alto: formaggio, yogurt, panna, salsa;
  • A partire dall’alto fino al basso nella porta del frigo: uova, burro, bottiglie, latte;
  • Nello spazio intermedio del frigo: carne, pollame, selvaggina, pesce, salumi;
  • In basso, nei contenitori appositi: verdura e frutta.

Ci raccomandiamo di controllare sempre lo stato dei vostri alimenti. Spesso, infatti, può capitare che qualcosa marcisca: è molto rischioso, dunque pulite il frigo almeno una volta a settimana.




1 Commento

  1. È bene anche evitare di sovraccaricare il frigo. Se lo riempiamo tutto infatti l’aria fredda non sarà libera di circolare. La temperatura all’interno del vano tenderà a crescere, e con essa i consumi elettrici, perché dobbiamo regolare il termostato alla temperatura minima. Anche l’affidabilità potrebbe risentirne, perché il frigorifero sarà costretto a un maggiore sforzo per raffreddare gli alimenti.
    Se evitiamo il pienone invece possiamo regolare il termostato su posizioni intermedie, risparmiando anche il 15% di energia elettrica. Non dimentichiamo che il frigorifero è l’elettrodomestico che consuma di più, perché è acceso 24 ore al giorno per tutto l’anno, quindi dai suoi consumi dipende una fetta importante della spesa in bolletta.
    Cordiali saluti, Andrea Pilotti – Guida Acquisti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.