Settembre, si chiudono le piscine mobili: come conservarle?


Settembre, si chiudono le piscine mobili: come conservarle?




Con l’arrivo di settembre  è arrivato il momento di salutare l’estate, purtroppo: il giardino deve vestirsi di autunno ed essere preparato per il freddo dell’inverno! Dopo esserci divertiti in piscina e avere sguazzato nell’acqua, dobbiamo occuparci di conservarla al meglio.

Conservare al meglio le piscine mobili

Vi anticipiamo subito che è un procedimento molto semplice e che non dovrete assolutamente procedere con una manutenzione mensile: al massimo, prima dell’arrivo della bella stagione, potrete controllare il suo stato.

Il primo nemico delle piscine gonfiabili è l’umidità. Purtroppo, quest’ultima causa muffe e batteri, che potrebbero seriamente compromettere l’utilizzo della piscina. Pertanto, è molto importante che procediamo con una disinfettazione e con una pulizia certosina.

Anzitutto, dovrete procedere con il rimuovere l’acqua. Questa è un’operazione molto delicata, perché non deve restare neanche una goccia. Potrete asciugarla voi, servendovi di un panno, oppure lasciarla asciugare al sole, approfittando delle ultime giornate di caldo.




Il secondo procedimento prevede il lavaggio e la disinfettazione. Per lavare la piscina, vi occorre semplicemente una spugna, del bicarbonato e del detersivo. Potrete usare il lavapiatti, oppure anche il detersivo della lavatrice, disciolto in un po’ d’acqua insieme al bicarbonato.

Come pulire e disinfettare la meglio le piscine mobili

Dopo avere lavato la piscina, potrete utilizzare il disinfettante: anche in questo caso, lo diluirete in un po’ di acqua. Perché disinfettare la piscina è così importante? Per evitare che le muffe e l’ultimo residuo dei batteri possano in qualche modo rovinare il tessuto.

Ora è il momento di asciugarla al meglio! Per la sua conservazione, vi consigliamo di utilizzare un vecchio lenzuolo in lino, o un panno, sempre in lino. Infatti, il lino è uno dei materiali migliori per questo genere di prodotti, perché aiuta a mantenerli arieggiati.

L’ultimo consiglio che vi diamo riguarda il luogo in cui deve essere riposta: possibilmente, deve essere asciutto e privo di umidità.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.