Caldaie, il periodo giusto per una revisione


Caldaie, il periodo giusto per una revisione




La caldaia è un elemento indispensabile della nostra abitazione. Non potremmo altrimenti usufruire del servizio dell’acqua calda. Tuttavia, avere una caldaia in casa ci “sottopone” a controlli periodici, revisione e manutenzione.

Per prima cosa, va fatta sempre la revisione dell’impianto, oltre che devo scarico dei fiumi. Per ogni dubbio, abbiamo preso a modello la disciplina di riferimento, ovvero la DPR n. 74/2013.

La manutenzione di ogni apparecchio è indispensabile. Sappiamo che ogni elemento può deteriorarsi con il tempo, ma con la caldaia dobbiamo avere un’attenzione in più.

Ogni quanto va fatta la revisione della caldaia?

Questa operazione è essenziale per garantire determinati benefici:




  • La sicurezza dell’impianto: non possiamo non nominare la sicurezza. Basta una piccola disattenzione per causare la rottura della caldaia o numerosi problemi che, comunque non portano a cose buone;
  • Il risparmio energetico è sicuramente tra i benefici di una corretta revisione e manutenzione. Infatti, dobbiamo sempre controllare quanto consumi la nostra caldaia, per evitare perdite. In alternativa, se il modello è vecchio, possiamo anche decidere di sostituirlo o di aggiornarlo, per risparmiare sulla bolletta;
  • La riduzione dell’inquinamento rientra tra i vantaggi della revisione. Inquinare il nostro pianeta non è positivo: dobbiamo fare attenzione a quanto consumiamo e a quanta anidride carbonica rilasciamo nell’aria. Con la revisione, si evitano gli sprechi e soprattutto si abbassa l’inquinamento.

Di seguito, facendo sempre riferimento al modello che abbiamo preso prima, vi segnaliamo ogni quanto tempo va fatta la revisione.

  • Gli impianti termici a combustibile liquido o solido con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere revisionati ogni due anni;
  • Gli impianti a gas metano o GPL con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere controllati ogni quattro anni;
  • Per quanto riguarda gli impianti termici a combustibile liquido o solido, che abbiano potenza superiore ai 100kW, vanno controllati annualmente;
  • Infine, per gli impianti a gas metano e GPL con potenza superiore a 100kW si procede con la revisione ogni due anni.