Impianto fotovoltaico, è sufficiente per rendere autonoma una casa?


Impianto fotovoltaico, è sufficiente per rendere autonoma una casa?




Una delle prime domande che ci poniamo, quando consideriamo di installare l’impianto fotovoltaico, è se questo riesca effettivamente a coprire i bisogni di un’intera abitazione. Per questo motivo, dobbiamo comprendere a fondo come funzioni l’impianto e quali sono le alternative che abbiamo.

Come funziona l’impianto fotovoltaico?

Anzitutto, l’impianto fotovoltaico è composto da una serie di pannelli solari, che immagazzinano l’energia solare e la trasmettono all’inverter. L’inverter ha il compito di trasformare l’energia solare in energia elettrica.

Le conseguenze sono “prevedibili”: non dobbiamo richiedere energia elettrica alle compagnie, possiamo risparmiare sulla bolletta della luce e, ovviamente, inquineremo molto di meno. Il motivo per il quale è stato realizzato il sistema del fotovoltaico è proprio questo: l’inquinamento a cui sottoponiamo la nostra terra è costantemente a livelli altissimi.

Tuttavia, è lecito chiedersi se l’impianto fotovoltaico riuscirà a coprire il nostro bisogno di energia elettrica. C’è da considerare un aspetto: quando chiedete il preventivo alle ditte di riferimento, queste vi porranno una serie di domande.




Quanti siete in casa? Quanta energia elettrica consumate nell’arco di un mese? Un impianto fotovoltaico non è sempre uguale per tutti: ognuno di noi ha certamente esigenze diverse. Dunque, in base all’energia elettrica che consumerete, vi saranno installati più pannelli solari, in modo tale che la vostra casa sia perfettamente autonoma.

Come funziona l’energia solare: sfruttiamo le energie rinnovabili!

L’energia solare fa parte della categoria di “energie rinnovabili”. L’energia elettrica prodotta dalle compagnie, sul lungo termine, contribuiscono a inquinare l’aria. Gli effetti dell’inquinamento possono essere disastrosi!

Installare l’impianto fotovoltaico, inoltre, è vantaggioso: non solo risparmierete sui costi della bolletta, ma inquinerete molto di meno. Per incentivare l’installazione del fotovoltaico, lo Stato permette ai cittadini di detrarre il 50% del costo totale della progettazione. Vi basterà tenere gli scontrini e la documentazione e presentarla nella dichiarazione dei redditi, nelle spese deducibili.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.