Da giardino a orto: come convertire un pezzo di terra


Da giardino a orto: come convertire un pezzo di terra




Avete un giardino e avete deciso di cominciare a coltivare da voi la verdura e la frutta. Non potevate fare scelta migliore! La filosofia del km 0 vi permetterà di avere verdura sempre fresca e di cucinare dei manicaretti di stagione.

Vi diamo qualche consiglio su come convertire un normale pezzo di terra in un orto perfetto!

La prima cosa da fare è scegliere il punto in cui vorremmo posizionare il nostro orto, dunque realizzare una sorta di sagoma. Il punto dovrebbe essere molto soleggiato, per favorire la crescita degli ortaggi, e non dovrebbe essere aggredito dai venti dominanti.

Come trasformare un giardino in un orto?

Ogni sagoma deve essere suddivisa in quattro parti uguali. La posizione a quadranti è la migliore, perché vi consentirà di avere una rotazione annuale delle colture. Il vostro orto sarà più organizzato in questo modo e potrete aumentare la sua fertilità e la sua resa.




Un’altra cosa molto importante è che dovete assicurarvi che il vostro orto sia sempre vicino a una fonte di acqua. Utilizzare tubi troppo lunghi potrebbe alla fine stancarvi. Dopo avere compreso dove fare l’orto, occorrerà preparare il terreno.

Quando l’estate sarà finita – questo è il periodo ideale – dovrete diserbare il terreno. Passate il rastrello, eliminate le erbacce e servitevi di una motozappa o di una classica vanga per rivoltare le zolle del terreno.

Sistemare il terreno e scegliere il concime

Dopo avere rivoltato le zolle, vi consigliamo di lasciare riposare il terreno per almeno due settimane. Qualora le erbe infestanti dovessero rifare la loro comparsa, ripassate con la zappa.

Arriva il momento di scegliere il concime! È un momento molto delicato, perché migliore sarà il concime, migliori saranno i risultati che otterrete. Ovviamente, in base agli ortaggi e ai frutti che sceglierete, potrete decidere il concime: fatevi aiutare dai proprietari del negozio di giardinaggio dove vi rifornirete!

 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.