Caldaia: cosa succede se non si fa il bollino blu?


Caldaia: cosa succede se non si fa il bollino blu?




La caldaia è un impianto che ha la necessità di essere revisionato annualmente. Ma ogni quanto bisogna davvero fare il bollino blu, ovvero il controllo della qualità della caldaia?

Di seguito, riportiamo quanto scritto nella DPR n. 74/2013, che regola il controllo della caldaia.

Il periodo di tempo della manutenzione: ogni quanti anni va controllata la caldaia?

  • Gli impianti termici a combustibile liquido o solido con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere revisionati ogni due anni;
  • Gli impianti a gas metano o GPL con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere controllati ogni quattro anni;
  • Per quanto riguarda gli impianti termici a combustibile liquido o solido, che abbiano potenza superiore ai 100kW, vanno controllati annualmente;
  • Infine, per gli impianti a gas metano e GPL con potenza superiore a 100kW si procede con la revisione ogni due anni.

Bollino blu e sanzioni: ecco cosa succede

Anzitutto, il Comune si occupa di ogni caldaia: l’azienda che vi ha mandato il tecnico per controllare la caldaia riferirà al Comune che il controllo e il bollino blu è stato fatto. Quando al Comune hanno il sospetto di un mancato controllo, di solito procedono con l’ispezione.

È l’articolo 15 del decreto legislativo numero 192 del 2005 che regola le sanzioni a riguardo.




Oltre a mettere a repentaglio la nostra salute – poiché una caldaia in cattive condizioni inquina l’esterno e l’interno dell’abitazione – qualora non facessimo il bollino blu, saremo costretti a pagare delle multe molto salate.

La multa può variare da un minimo di 500 euro fino a un massimo di 3,000 euro, a seconda del tempo che è passato dalla scadenza del bollino blu. È prevista una multa anche nel caso in cui non sia presente il libretto dell’impianto in casa dell’inquilino o del proprietario.

Per questo motivo, vi abbiamo riportato le date a inizio articolo.




2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Bollino blu e sanzioni: come vengono calcolate?
  2. Controllo fumi caldaia: spesa dell’inquilino o del proprietario?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.