Contratto di affitto più conveniente per il proprietario


Contratto di affitto più conveniente per il proprietario




I proprietari di un immobile sanno che affittare casa non è sempre così facile. Bisogna anche comprendere quale sia il contratto di affitto migliore. Prima di deciderlo, vi elencheremo tutti i contratti esistenti.

Le tipologie di contratto esistenti: quali sono?

  1. A canone libero (4+4): è il canone che consente maggiore libertà. Consente al proprietario di affittare la propria abitazione per 4 anni. Allo scadere dei 4 anni, in base a motivi specifici, il proprietario può decidere di recidere il contratto e di non rinnovarlo per altri 4 anni. Il contratto si rinnova in modo automatico;
  2. A canone concordato (3+2): questo contratto assomiglia molto al precedente, solo che si fissa su un modello ministeriale e si rinnova di tre anni ogni tre anni. Alla prima scadenza, si rinnoverà di due; alla scadenza dei due anni, si rinnoverà di tre anni ogni tre anni. Il contratto può essere disdetto sei mesi prima della scadenza;
  3. A uso transitorio: è una tipologia di contratto molto breve. La sua durata minima è fissata a un mese, mentre la massima a 18 mesi;
  4. Per studenti universitari: ha una durata minima di sei mesi e una durata massima di 3 anni. Questo contratto sarà protetto da accordi sindacali e verrà concesso solo agli studenti universitari;
  5. Per finalità turistiche: è un contratto molto flessibile, di breve durata, che varia in base alle necessità dei turisti e dei proprietari dell’abitazione. Si può dare disdetta in qualsiasi momento.

Qual è la tipologia di contratto che conviene di più?

Dopo avere approfondito le tipologie di contratto, dobbiamo anche comprendere a chi vogliamo affidare la nostra abitazione. I contratti brevi ci consentiranno di essere sempre certi di ricevere un guadagno, mentre le agevolazioni per la cedolare secca o il contratto a canone libero sono ghiotte per ogni proprietario.

Prima di stabilire il contratto, perciò, vi invitiamo a comprendere l’utilizzo che ne farete dell’abitazione e la tipologia di inquilini su cui puntate: single, famiglie, studenti universitari, turisti.

 




 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.