Bollette, mercato libero, mercato tutelato che cosa cambia


Bollette, mercato libero, mercato tutelato che cosa cambia




Passaggio al mercato libero, bollette mercato libero, risparmio bollette ormai online non si fa altro che discutere di tutto ciò. Conviene più il mercato tutelato o il mercato libero? Ecco tutto ciò che c’è da sapere a riguardo in modo anche di risparmiare sulla bolletta.

Per quanto concerne un nuovo contratto gas o luce, conviene più contattare un operatore del servizio di maggior tutela o eventualmente affidarsi ad una super offerta di un operatore del mercato libero? Cerchiamo di analizzare insieme il tutto.

I vantaggi del mercato libero rispetto alla Maggior Tutela

Andiamo a vedere quali sono i vantaggi del mercato libero rispetto al servizio di maggior tutela.

  • Tantissimi fornitori e tante offerte intriganti disponibili all’attivazione: i clienti possono scegliere la tariffa di gase luce più vantaggiosa e appropriata. Nel tutelato l’offerta è invece una sola e stabilità direttamente dall’Autorità per l’energia ed il gas;
  • Offerte dual, sia per quanto riguarda l’utente gas che per quella luce: il cliente ha l’opportunità di avere un solo operatore per l’energia elettrica ed il gas, cosa non possibile nel tutelato;
  • Concorrenza tra i vari operatori: i fornitori sono spinti prevalentemente a mettere a disposizione un servizio sempre più performante ed un costo più basso per invogliare i consumatori a sottoscrivere le proprie offerte;
  • Tariffe a prezzo bloccato: se si analizza il mercato libero tante offerte hanno un costo fisso per uno, due o tre anni in maniera tale da restare al sicuro da improvvisi aumenti del prezzo del mercato all’ingrosso. Il servizio di maggior tutela è messo a disposizione dall’operatore competente in quella località che si occupa solo di energia elettrica. Nel seguente mercato, in pratica, non è possibile avere una sola compagnia per poter gestire più facilmente gas e luce in contemporanea. Il passaggio al mercato libero avviene gratuitamente e non prevede in alcun caso il blocco del servizio. Per passare ad un altro operatore non c’è alcun lavoro da fare e l’operazione ai tempi d’oggi è semplicissima.







Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.