Orto, caldo e acqua attenzione agli orari


Orto




Orto d’estate, caldo e acqua bisogna prestare la massima attenzione agli orari per evitare di fare danni e mandare in frantumi il lavoro che abbiamo fatto nei mesi precedenti. Ecco perché è bene sapere quando e come innaffiare il nostro orto in modo da poter portare in tavola in vero chilometro zero.

Nel nostro paese per chi non lo sapesse è importante annaffiare il prato di un giardino per essere certi al 100% che l’erba tenda a crescere in salute e il manto erboso si tenga di bell’aspetto.

In tanti comunque si domandano quanta acqua serva per irrigare un prato, in particolar modo a che ora del giorno bisogna annaffiare e come svolgere il tutto. Cerchiamo di rispondere a questa domanda tanto semplice ma al tempo stesso delicata.

QUANDO ANNAFFIARE IL PRATO?

Un manto erboso va annaffiato quando le piante hanno necessità di acqua. L’unica vera maniera per capire quando annaffiare il prato è aver ben chiare le necessità della pianta e il loro modo di reagire in caso di eccessivo stress idrico: qualche specie sopratutto tende a chiudere le lamine fogliari, altre, invece, mostrano colori di  gran lunga più scuri.




Il prato va annaffiato quando mostra evidenti segna di sofferenza e, a meno non si abbia la possibilità di utilizzare strumenti professionali appositi, solo l’esperienza vera e propria e uno sguardo attento saranno in grado di dirvi il momento migliore per bagnare le vostre piante.

IN CHE MOMENTO DELLA GIORNATA SI ANNAFFIA IL PRATO?

Il prato bisogna annaffiarlo la mattina presto. In questa momento della giornata bisogna sapere che l’acqua riesce a penetrare nel suolo senza disperdersi per evaporazione a causa delle elevate temperature e le foglie d’erba si asciugano velocemente a poco a poco che la giornata si avvia verso le ore più calde.

Annaffiare di sera o nel peggior dei casi la notte è sconsigliato, sopratutto quando il caldo inizia a farsi sentire, perché in queste circostanze il manto erboso si tiene molto umido per troppo tempo risultando semplice preda di malattie fungine.

E’ altamente sconsigliato anche irrigare durante le ore più calde della giornata, in questi casi la perdida per evaporazione è altissima e andrebbero a sprecarsi inutilmente enormi volumi di acqua.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.