Gas climatizzatore e pulizia, ogni quanto vanno fatte


Gas climatizzatore




Uno dei grandi elettrodomestici che maggiormente si utilizza in estate è il climatizzatore e, per il suo corretto funzionamento, è necessario controllare il gas climatizzatore ed effettuare spesso la manutenzione per avere sempre la certezza di avere delle ottime prestazioni. Alcune operazioni di manutenzione più semplici possono essere svolte da soli come ad esempio la pulizia dei filtri che va fatta una volta all’anno.

Se un condizionatore è pulito infatti si avranno diversi vantaggi:

  • un’aria sana e pulita senza odori sgradevoli;
  • un migliore passaggio dell’aria (che si traduce anche in un minor consumo di energia);
  • la rimozione di sporcizia e batteri.

In concreto, la pulizia dei filtri si può fare utilizzando acqua e sapone neutro e, dopo il risciacquo, l’elettrodomestico dovrà asciugare per del tempo in un posto riparato. Se invece occorrerà sostituire un filtro, bisognerà acquistare un ricambio e poi provvedere al suo montaggio.

Il livello del gas climatizzatore

Un’altra operazione di manutenzione da svolgere è tenere sotto controllo il livello del gas perché questo con il tempo può fuoriuscire con conseguente abbassamento delle prestazioni del condizionatore che non raffredderà (o riscalderà) più bene gli ambienti. Per fare questa operazione sarà però necessario rivolgersi ad un tecnico specializzato che provvederà anche a controllare lo stato del condensatore e delle ventole dell’unità esterna.

Questi ultimi sono elementi molto sensibili perché sono i responsabili della termoregolazione dei condizionatori e ne evitano il surriscaldamento (quindi nulla deve ostruirli). Di solito è bene programmare la manutenzione uno o due mesi prima dell’estate proprio per valutare con il tecnico la situazione del proprio condizionatore e le eventuali operazioni da svolgere.




Proprio perché, mentre stando al decreto legge 81 del 2009 c’è l’obbligo di sanificare ogni due anni i condizionatori presenti negli ambienti di lavoro e nei luoghi pubblici di grandi dimensioni (aeroporti, ospedali e centri commerciali), non esistono invece obblighi di legge riguardanti la sanificazione degli impianti utilizzati in casa


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.