Cambio caldaia 2020, cosa fare per richiedere il bonus  


Cambio




Arriva un momento in cui è necessario sostituire la propria vecchia caldaia con un modello nuovo che permetta di risparmiare denaro in bolletta e anche di impattare di meno sull’ambiente, specialmente se ci sono incentivi per cambio caldaia.

Sostituire la propria caldaia diventa anche necessario per poterne installare un modello più sicuro.

Cambio caldaia, come procedere

Si può sostituire la propria caldaia beneficiando di due tipi di Bonus:

  • Bonus caldaia con aliquota 65%, applicato nel caso di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A e contestuale installazione di sistemi termoregolazione evoluti in classe V, VI o VIII oppure di installazione di impianti costituiti da sistema integrato tra caldaia a condensazione e pompa di calore, detti sistemi ibridi.
  • Bonus caldaia con aliquota 50%, applicato nel caso di installazione di una caldaia a condensazione di classe A.

Per poter richiedere il Bonus caldaie 2020 è necessario rispettare alcuni requisiti e cioè che:




  • l’immobile sia accatastato o in fase di accatastamento;
  • il contribuente sia in regola con il pagamento di eventuali tributi sull’immobile;
  • sia presente un impianto di riscaldamento.

I soggetti che possono richiedere il Bonus sono:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatari (affittuari) o comodatari.

Si può beneficiare della detrazione per una spesa massima di 30000 euro per i seguenti interventi:

  • smontaggio della caldaia da sostituire;
  • acquisto e posa della nuova caldaia;
  • opere murarie;
  • prestazioni professionali per sopralluoghi e modalità di intervento.

È necessario pagare tali spese attraverso bonifici bancari o postali se non si è titolari di reddito di impresa; per i titolari di redditi di impresa occorre pagare con metodi tracciabili (e dunque non sono ammessi i contanti).

I documenti richiesti per richiedere il Bonus caldaia 2020 sono:

  • causale di versamento;
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • partita IVA o codice fiscale del beneficiario del pagamento;
  • dati relativi alla fattura.

Alla fine dei lavori, questi documenti dovranno essere inviati all’ENEA.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.