Orto in giardino, cosa si può piantare a gennaio?


Orto in giardino




Gennaio, essendo un mese molto freddo, non si presta molto a tutte le colture ma solo a specifiche semine come quelle in contenitori ad alveoli posizionati in ambienti a letto caldo oppure protetti da un tunnel non riscaldato. Avere un orto in giardino è una soluzione perfetta per chi vuole dei prodotti a km 0 veramente certificati.

Quindi, per lo più si può seminare in modo protetto diverse tipologie di erbe aromatiche, verdure e ortaggi.

In questo caso infatti il seme viene posto in terriccio soffice, sciolto e sterile.

Si possono mettere a dimora i bulbi di:

  • aglio (piantando gli spicchi in pieno campo);
  • cetrioli;
  • scalogno;
  • cipolla (piantando i bulbi in pieno campo);
  • piselli;
  • fave;

Nelle zone a clima mite si possono seminare a dimora anche:

  • carote;
  • ravanelli;
  • insalate da taglio (valeriana, rucola);
  • lattuga (in semenzaio o in tunnel freddo);
  • cicoria (si semina a file in tunnel freddo);

In questo ultimo caso, però, meglio proteggere le sementi con tunnel o con tessuto non tessuto.

Melanzane, zucchine, peperoni, pomodori, cetrioli, peperoncino e basilico possono essere seminati in semenzaio riscaldato.

Quindi gennaio essendo un mese freddo, non permette di piantare tantissime cose. Per lo più, come visto, si possono coltivare in orto, degli ortaggi e delle verdure.

Però si può approfittare per fare altre operazioni come controllare tutti gli attrezzi che si utilizzano in giardino durante l’anno oppure progettare le prossime colture.

Ancora, si può consumare il terreno utilizzando concimi molto concentrati in potassio e fosforo.

Comunque gennaio è invece un mese ottimale per la raccolta ad esempio di cavoli, bietole, sedano, radicchio, ravanelli e spinaci ma anche per raccogliere i frutti da alberi di mele, arance e mandarini.

Non mancano anche erbe aromatiche come rosmarino, salvia, alloro, origano e timo.

In definitiva, a gennaio se si abita soprattutto in un luogo mite, meglio utilizzare il semenzaio riscaldato o una serra riscaldata per gli ortaggi più delicati.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.