Punteruolo rosso, quali piante attacca


Punteruolo rosso




Il punteruolo rosso è un coleottero di origine asiatica che è arrivato in Italia con l’importazione delle piante del cocco.

Si può facilmente riconoscere da queste caratteristiche:

  • colore rosso ruggine e piccole macchie nere sul torace
  • sei zampe
  • ali striate e di colore più scuro rispetto al resto del corpo

Il punteruolo colpisce tutte le palme ornamentali come:

  • la Phoenix canariensis, palma delle Canarie
  • la Phoenix dactylifera, palma da dattero
  • la Chamaerops humilis, palma nana o palma di S. Pietro
  • la Brahea armata, palma blu del Messico
  • la Butia capitata, palma della gelatina
  • la Washingtonia, palma americana
  • la palma da cocco
  • la palma da olio
  • la Cycas
  • l’aloe americana
  • la canna da zucchero

Purtroppo ci si accorge che la pianta è stata infestata quando ormai si è in uno stadio già avanzato: ci sono malformazioni alle foglie delle palme, cadono via precocemente, si assiste alla troncature all’apice e ad incisioni ai margini.

Più va avanti l’infestazione e più c’è la distruzione della pianta nella sua totalità con il collasso della chioma e la perdita della simmetria fino a che si arriva alla forma “ad ombrello aperto” e la palma non è più recuperabile.




Infatti si può poi assistere ad una vera e propria “migrazione” dei coleotteri da questa pianta, ormai morta, verso altre da distruggere; inoltre si avvertirà un odore di putrefatto in vicinanza di questo albero.

Abbattere la pianta

Quello che poi purtroppo bisognerà fare sarà abbattere la pianta, così come bisognerà farlo se ci si accorge che la pianta è stata infestata, rivolgendosi a ditte specializzate che opereranno una di queste operazioni: cippatura/triturazione, bruciatura, interramento.

Invece, per quanto riguarda l’eliminazione del punteruolo rosso dalle piante infestate, si possono utilizzare insetticidi chimici oppure degli antagonisti naturali come il parassita nematodi entomopatogeni, nello specifico, Steinernema carpocapsae, che attacca le larve di punteruolo così da arrestare il ciclo biologico all’origine.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.