Bonus ristrutturazione casa: guida Completa a come accedere


Bonus ristrutturazione casa: guida Completa a come accedere




Per avere accesso al bonus ristrutturazione ci sono dei requisiti, questi consentiranno poi di avere una detrazione del 50% sulle spese di ristrutturazione della casa. Tutto ciò è stato confermato dalla legge di bilancio 2018 che per tutto l’anno ha previsto dei bonus mobili ed elettrodomestici ma anche bonus verde ed Ecobonus.

Ricevere incentivi per la ristrutturazione di casa è qualcosa che sicuramente aiuta e funziona proprio come negli anni precedenti, colui che vuole fruire delle detrazioni dovrà pagare tutte le spese con un bonifico  che ovviamente deve riportare la corretta dicitura, contenente la causale del versamento, codice fiscale del beneficiario e codice fiscale o partita iva di chi ha la commessa per i lavori. Chiaramente è bene avere le idee chiare su quello che c’è da sapere sulla ristrutturazione casa.

Bonus ristrutturazione, accedere agli sgravi fiscali

Una volta fatto il pagamento e ottenuti i documenti necessari, si potrà avere accesso alle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione di casa con un tetto massimo di 96000€, suddividendo l’importo in 10 quote annuali. La prima quota detraibile è dichiarativa dall’anno successivo a quello delle spese dichiarate.

Bonus ristrutturazione casa: tutti possono farne richiesta?

I beneficiari di queste agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni di casa saranno i contribuenti assoggettati all’IRPEF o all’IRES residenti in Italia e non. La detrazione sarà del 50% come detto in precedenza, spetta però non solo al proprietario dell’immobile ma anche a colui che ha un diritto di godimento e a chi paga le spese, si parla quindi di conviventi, coniugi etc.




Per essere più chiari, coloro che possono avere accesso al bonus ristrutturazione sono:

  • i proprietari,
  • i locatari o comodatari,
  • imprenditori individuali, piccoli, familiari o semplici nel caso degli immobili,
  • soci di cooperative,
  • nudo proprietario
  • titolari di diritti di godimento.

La documentazione che serve per fare richiesta del bonus ristrutturazione è: ricevute di pagamento
IMU, domanda di accatastamento del bene immobile, delibera dell’assemblea nel caso dei condomini,
concessioni e autorizzazioni varie per l’inizio dei lavori.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.