Spegnimento riscaldamento: ecco cosa dice la legge


Spegnimento riscaldamento: ecco cosa dice la legge




Lo spegnimento riscaldamento è uno degli elementi che quando arriva la primavera fa spesso scalpore, questo perché gli orari e le date di spegnimento sono differenti in base alle zone di riferimento. L’obiettivo principale della legge in questione, è quello di ridurre non solo i consumi ma anche le criticità ambientali che portano ad un peggioramento dell’inquinamento.

Elemento costante in tutte le zone è l’orario di accensione e spegnimento del riscaldamento. Infatti l’accensione è prevista sempre dopo le 5 del mattino mentre lo spegnimento è obbligatorio entro le 23. Il numero di ore però in cui è consentito tenere accesi i riscaldamenti, varia da zona a zona.

La legge per lo spegnimento dei riscaldamenti: ecco cosa c’è da sapere

Nonostante la legge per lo spegnimento dei riscaldamenti, i sindaci dei comuni possono però prendere delle decisioni riguardo le date di accensione. Tutto questo ovviamente in caso di eventi climatici particolari.

Ovviamente per i riscaldamenti autonomi non c’è nessuna limitazione, quindi è possibile in qualsiasi momento accenderli o spegnerli in base alle proprie esigenze, ma si consiglia di non perdere di vista le regole che sono state date ai condomini o gli edifici pubblici. Questo per poter comunque avere una linea di comportamento.




Spegnimento riscaldamenti, la legge e la manutenzione

Altro elemento da tenere in considerazione e previsto anche dalla legge italiana sullo spegnimento dei riscaldamenti, è quello che riguarda la manutenzione degli impianti. Questa non solo consente di risparmiare ma anche di inquinare meno, il tutto perché con degli impianti perfettamente funzionanti, le prestazioni sono senza dubbio migliori.

Ovviamente altro elemento da tenere d’occhio è il controllo della temperatura e l’uso dei cronotermostati, che consentono quindi di regolare al meglio tutto. Il consiglio in questione viene dato soprattutto per evitare di avere una temperatura troppo alta o troppo bassa in casa o nei luoghi pubblici.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.