Orto casalingo, quanto spazio serve per crearlo?


Orto, quanto spazio serve per crearlo?




Coltivare l’ orto casalingo non richiede moltissimo spazio. Tutt’altro! In base ai tipi di ortaggi o di frutti che avete deciso di coltivare, potete ricreare un piccolo orto sul vostro balcone. Inoltre avere un orto a casa porta moltissimi benefici dal risparmio alla salute. Quali sono le piante più comuni da coltivare in questo spazio ristretto?

Balcone, terrazzo o davanzale: ecco come creare il proprio orto casalingo

Una menzione d’onore va alle spezie, come il basilico, l’origano, la menta, la salvia… insomma, tanti ingredienti spesso essenziali per la riuscita dei nostri piatti. Secondariamente, possiamo ritrovare i pomodori, le melanzane, le zucchine, come ortaggi da orto salva-spazio.

Spesso, coltivare il proprio orto in questo modo ci aiuta a stimolare la creatività e il nostro ingegno. Nonostante per molti sia impossibile ricorrere al giardino esterno, nessuno di loro vuole rinunciare alla comodità di potere mangiare i frutti della propria terra.

Un angolo di verde è un ottimo modo per aiutare il pianeta e per sostenere l’economia casalinga. Infatti, risparmierete in modo consistente, scegliendo di coltivare gli ortaggi in cui spendete di più.




Perché coltivare un orto biologico ha molti vantaggi

L’orto in casa presenta numerosi benefici, oltre a quelli che abbiamo elencato: è perfetto per lo stress. È dimostrato che la vita da appartamento tende a peggiorare l’umore delle persone, che spesso si sentono “chiuse” in casa.

Non preoccupatevi di non avere a disposizione un terrazzo enorme: un piccolo balconcino si rivelerà comunque molto utile allo scopo.

Dedicare qualche minuto ogni giorno al vostro orto vi permetterà di entrare a contatto con la natura. Sono in molti i dottori che indicano questo percorso come terapia antistress. Avere qualcosa da fare, in questo caso da “far nascere”, è positivo per la nostra mente, che si tiene allenata.

Noi vi consigliamo di comprare delle piantine già innestate e di fare una prova: iniziate dalle spezie e passate ai pomodori, che sono più complicati da seguire.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.