Cucina in muratura, idee chiare perché non si cambia in futuro





La cucina in muratura è senza dubbio una scelta importante perché è una scelta definitiva che rimarrà negli anni. Realizzarla non è semplice, bisogna tra l’altro essere consapevoli che la scelta tra cucina in muratura e cucina classica è determinante per i lavori che si devono fare come la muratura e la preparazione.

La cucina in muratura è perfetta per creare un ambiente particolare, cosi da prendere il posto delle classiche cucine che tutti noi conosciamo. L’idea principale, come risaputo, è quella di ricostruire uno schema compositivo che comporti centralmente un fulcro rappresentato dalla zona cottura intorno a cui progettare di seguito tutto il resto dell’ambiente circostante.

Da qualche anno a questa parte, la cucina in muratura, con le giuste correzioni e adeguamenti a livello strutturale, è diventata uno stile di arredamento vero e proprio della casa.

Come rimodernare una cucina in muratura

Quando si costruisce una cucina in muratura bisogna avere le idee ben chiare perchè rimodernarla in futuro non sarà semplice e richiederà diverso tempo. Se con il passare del tempo dovete comunque fare qualche piccolo restauro o renderla decisamente più elegante, potete optare per qualche tecnica precisa oltre che affidarvi a materiali e prodotti consoni. Ecco un ottimo tutorial su come rimodernare nel miglior modo una cucina in muratura.

Se l’intervento è solo ed esclusivamente di restauro, come magari il ritocco delle fughe di piastrelle che avete utilizzato come finitura sulla parte bassa del piano cottura o del lavello, in questo caso basta prendere un normale cacciavite caratterizzato da una lama della stessa larghezza delle fughe, cosi da asportare lo stucco vecchio e fare spazio a quello nuovo.

La scelta dei materiali da utilizzare

Una cucina in muratura di suo si può rifinire con materiali differenti dalle classiche piastrelle che tutti conosciamo, come magari le lastre di ardesia o il tradizionale marmo, in tutte e due i casi se con il tempo si presentano piccole crepe, si può intervenire seguendo delle indicazioni ben precise. Nel dettaglio parliamo di utilizzare per il primo materiale citato lo stucco epissidico nero, mentre se si tratta di marmo, allora basta affidarsi ad un bicomponente apposito proprio per il restauro a 360 gradi di queste superfici.

In entrambe le circostanze bisogna applicare il tutto con una spatola, proseguendo poi prima che la sostanza si essicchi, è consigliato procedere alla pulizia della parte con un panno umido. Una volta concluso il lavoro potete utilizzare della tela abrasiva a grana sottile, cosi da lucidare uniformemente le suddette superfici.

I colori, una parte importante

Rimodernare una cucina in muratura spesso e volentieri vuol dire farlo anche dal punto di vista del colore, vediamo come procedere anche in questo caso.

Nella maggior parte dei casi basta tinteggiare le suddette superfici con smalti appositi per piastrelle e altri materiali simili, che alla fine regaleranno un aspetto compatto e uniforme, a cui fa seguito l’applicazione di vernice trasparente che serve per proteggere nel miglior modo i colori.

Insomma, la scelta spetta a voi. Potete cambiare la cucina in muratura in qualsiasi momento ma la spesa ovviamente non è indifferente. Per questo, tornando al titolo del post, meglio farla con cura quando si hanno le idee ben chiare cosi da tenerla cosi come è per tutto il tempo senza modificarla minimamente.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.