Condominio minimo, come si costituisce questa tipologia di condominio


Condominio minimo




Nei palazzi la cosa che preoccupa di più è senza dubbio il condominio e tutto quello che ruoto intorno ad esso. Oggi in questo nuovo articolo parliamo di condominio minimo. Quest’ultimo come si costituisce? Ecco tutto ciò che c’è da sapere in merito.

Come si costituisce un condominio minimo?

Per chi fino a questo momento non avesse mai sentito parlare di condominio minimo non è altro quello composto da solamente due proprietari. In pratica, nella prassi, la disciplina del condominio minimo viene applicata a tutte quelle strutture che non hanno più di 8 condomini, ovvero a tutti quegli edifici dove non per forza si deve procedere alla nomina di un amministratore di condominio.

Entrando nello specifico, come accade in qualsiasi altro condominio, anche quello minimo si costituisce automaticamente, senza la necessità che ci sia per forza una delibera dell’assemblea. Per questo motivo, quando in un palazzo ci sono meno di 9 proprietari, questi – stando a quanto dice la legge stesso – sono già costituiti in condominio – minimo -, al pari di qualunque altro condominio. In poche parlole, non appena la proprietà dell’edificio viene divise in due o più soggetti, la nascita del condominio avviene automaticamente.

Che di conseguenza i condomini non si organizzino per riunirsi, ad approvare un regolamento o a nominare un amministratore è un qualcosa che non va assolutamente ad influire sull’applicazione – automatica – delle norme del codice civile sul condominio.




Quali sono le regole del condominio minimo?

La prima regola, probabilmente quella più importante di tutte, del condominio minimo è che non è tassativo per forza nominare un amministratore. Ovviamente lo si può fare in qualsiasi momento, ma si tratta senza dubbio di una scelta che devono prendere i proprietari.

Per il resto vanno applicate le norme sul condominio ordinario, sia per quanto riguarda l’organizzazione interna sia se si parla di situazioni soggettive dei partecipanti. Ripartizione di ogni spesa, votazioni svolte in assemblea ecc.. tutto ciò segue alla lettera le regole ordinarie.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.