Climatizzatore per il caldo, conviene oppure no?


Climatizzatore




Climatizzatore per il caldo, conviene oppure no? Molte persone se lo domandano dovendo fare i conti con gli stipendi e con il caro bollette che arriva inesorabile ogni anno.

Per chi non lo sapesse, i climatizzatori equipaggiati di pompa di calore possono risultare un sistema economico perfetto per poter riscaldare la propria abitazione rispetto ai classici sistemi che tutti conoscono.

Ma quanto va a consumare

Ma quanto va a consumare il climatizzatore in caldo? Poco? Molto, conviene procedere all’accensione della caldaia?




Stando all’opinione di moltissime persone sappiate che in termini di consumi, il climatizzatore vince di netto contro la caldaia a gas al contrario di quello che tanti pensano.

Questo semplicemente anche perché le migliori caldaie sul mercato con rendimenti alti – vicini al 100% -, che riescono a usare tutto il combustibile bruciato e traferire il calore all’acqua rimangono comunque su rendimenti 1 ad 1.

Mentre se si analizza un climatizzatore 12000 BUT  usato in fase di riscaldamento che ad esempio va consumare 1000 watt di corrente elettrica è in grado di trasferire all’aria nell’ambiente calore che equivale a 3000W, di conseguenza parliamo di rendimenti 1 a 3.

Appurato dunque che per quanto riguarda i consumi il climatizzatore risulta essere di gran lunga più efficiente, bisogna fare una precisione fondamentale.

Nella caldaia il rendimento può cambiare

Nella caldaia il rendimento può cambiare di poco a causa di fattori puramente esterni,  mentre per quanto riguarda i climatizzatori una variabile importante che modifica in maniera importante il rendimento è sicuramente la temperatura dell’aria ambiente esterna.

Tutto questo perchè il rendimento del climatizzatore usato in riscaldamento può diminuire drasticamente se la temperatura dell’aria esterna è bassissima 0-5 gradi. Di conseguenza usare il climatizzatore per riscaldarsi in pieno inverno, se non usato in maniera corretta, può avere controindicazioni.

Ma durante il periodo autunnale non c’è alcun problema, resa al 100% e comfort ideale in ambiente.

Altro vantaggio importante nell’usare un climatizzatore in riscaldamento rispetto alla tradizionale caldaia è quello della rapidità e immediatezza nello scaldare tutto l’ambiente in quanto movimentando l’aria si riesce rapidamente  a far salire la temperatura del locale.

Contrariamente l’impianto classico a termosifoni ci mette più tempo per portare alla temperatura desiderata i locali e tra l’altro si ha il grosso svantaggio di dover riscaldare tutto l’ambiente di casa, quando la necessità vera e propria è solo quella di riscaldare un ambiente singolo.

Conclusioni

Possiamo dunque preferire senza problemi il riscaldamento con la pompa di calore, sopratutto nei periodi di mezza stagione, per i consumi e rapidità. La scelta, infine, è personale in base alle proprie preferenze.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.