Climatizzatori e bollette luce, di quanto aumenta?


Climatizzatori




Il condizionatore è uno degli apparecchi più utilizzati per affrontare al meglio l’estate. Un prodotto tra i più ricercati del periodo che in questi anni è entrato a far parte di tantissime famiglie. Nonostante ciò, sono davvero in tanti che si lamentano per l’eccessiva bolletta da pagare da quando nel proprio appartamento è stato installato un condizionatore. Di quanto aumenta realmente la bolletta luce e come si può risparmiare sulla bolletta luce?

Climatizzatori, ogni anno è salasso bolletta

Affrontare l’afa costa caro agli italiani. Tenere acceso il proprio climatizzatore 12 ore in una giornata costa più o meno 3 euro, usarlo per tutto il periodo estivo comporta una spesa di più di 160 euro, almeno è questo quanto emerso da un’indagine dell’Adoc.

Cercare di sfuggire al caldo afoso costa dunque 3 euro giornalieri, tenendo accesso l’apparecchio 12 ore. Un utilizzo importante per tutta l’estate comporta di conseguenza un aggravio non indifferente sui costi della bolletta energetica pari a 163 euro.

Caldo, anziani e bambini ne risentono maggiormente

Il caldo è senz’altro un disagio diffuso, in particolar modo per anziani e bambini. Per risparmiare sui costi di bolletta sempre l’Adoc ha consigliato di usare il climatizzatore solo nei casi di esigenza effettiva e solo ed esclusivamente nelle ore più calde del giorno, accertarsi che porte esterne e finestre siano ben chiuse, cosi che il fresco emanato dal condizionatore rimanga dentro la casa e per finire che i filtri siano puliti, la sporcizia infatti non fa altro che produrre un dispendio di energia maggiore.




Ci sarebbero tantissimi altri accorgimenti per risparmiare sulla bolletta se non potete fare a meno di tenere acceso il condizionatore per molte ore al giorno, ma noi sopra abbiamo riportato i principali.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.