Come realizzare un camminamento in giardino?


giardino




Valorizzare gli spazi verdi della propria casa dona nuovo lustro all’immobile, a maggior ragione se collocato in contesti urbani. Ecco perché, dopo aver progettato il giardino, è bene prevedere una passerella o un camminamento. Vediamo quali sono i materiali adatti e come posizionarli

Realizzare un camminamento in giardino ha due funzioni principali. La prima è sicuramente estetica: a colpo d’occhio un giardino con un passaggio in pietra o legno sembrerà curato, elegante e funzionale. Se il giardino è posizionato dinanzi alla facciata anteriore dell’immobile, e quindi con affaccio sulla strada, contribuirà a dare pregio all’edificio.

La seconda funzione è pratica: permette di organizzare feste in giardino, permettendo a tutti di accedervi, rende accessibile gli spazi verdi d’inverno (quando piove) e d’estate (quando il sole è cocente). Il pavimento è poi fondamentale qualora si voglia installare una piscina: garantire percorsi antiscivolo è un must per la propria sicurezza.

Dopo aver brevemente analizzato i motivi per cui creare una passerella esterna, passiamo alla rassegna dei materiali da usare e dei migliori pavimenti per esterni.




Quali materiali scegliere?

La scelta del materiale è direttamente collegata allo stile della casa e del giardino. Anche se il legno è molto bello a vedersi, ad esempio, non potrà sposarsi con un arredamento contemporaneo basato sul minimalismo. Stili più tradizionali e rustici, invece, richiedono senza dubbio pavimenti legnosi.

In linea di massima sono quattro i principali pavimenti che è possibile posare: pietra, finta pietra, cemento e legno. La pietra è un classico per il giardino e offrirà un irresistibile effetto bosco. C’è da considerare poi che le pietre, specie se scelte con parsimonia, resisteranno per decenni alle intemperie.

Chi cerca un materiale più pratico ed economico dovrebbe invece dirigersi verso le finte pietre. Realizzate in appositi polimeri (spesso antincendio e antiscivolo), resistono al sole, al freddo e alla neve. Tra i vantaggi possiamo annoverare il fatto che non tendono a surriscaldarsi e che possono essere facilmente pulite.

Utilizzare il cemento per il giardino, d’altro canto, è una scelta che va sicuramente ponderata. Una buona progettazione degli spazi esterni potrebbe valorizzare il cemento, ma il rischio di rompere la naturalezza dello spazio esterno è molto forte.

C’è infine il legno, utilizzato da tempi immemori per il giardino. Il legno è affascinante, elegante e permette di scegliere fra molte sfumature naturali di colore. È la scelta perfetta da abbinare a stili rustici, ponticelli, steccati tradizionali. Anche il legno ha i suoi contro: richiede infatti molta manutenzione durante gli anni.

Posare la passerella fai da te: è possibile?

Alcuni materiali possono essere installati anche senza l’aiuto di un esperto. Parliamo delle pietre o della finta pietra. Basta semplicemente ritagliare la zolla di terreno su cui andrà posata la pietra, scavare e riempire leggermente di pietrisco. Infine si dovrà solo sovrapporre la pietra. Questo lavoro, in genere, si fa a secco. Gli strumenti necessari sono semplicemente un metro e l’occorrente per scavare.

Più complicato posare il legno o addirittura il cemento. In questo caso è bene chiedere aiuto a specialisti del settore.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.