Bollette Eni Gas come vanno lette per controllare i consumi  


Bollette Eni Gas come vanno lette per controllare i consumi  




Nonostante lo sforzo da parte dei fornitori di rendere le bollette di Gas e Luce più chiare, la lettura delle bollette Eni Gas risulta essere ancora uno dei documenti più difficili da leggere. Leggere correttamente una bolletta del Gas oppure della Luce è il primo passo da svolgere per poter risparmiare sulla spesa finale. In questa semplice guida spiegheremo come vanno lette le Bollette Eni Gas e quali sono le voci più importanti da prendere in considerazione. Inoltre va ricordato che dal 5 aprile non sarà più possibile per le compagnie di fornitura fatturare a 28 giorni e che ci sono già i rimborsi. Nel caso non arrivasse è possibile scaricare il modulo richiesta rimborso fatturazione a 28 giorni.

Come leggere le bollette Eni Gas

Come già anticipato, saper leggere correttamente una bolletta del gas è fondamentale, poiché grazie alla lettura completa di tutte le voci presenti su di essa sarà possibile conoscere i nostri consumi reali e risparmiare sulle prossime fatture.

Per poter effettuare un controllo bollette in modo corretto, bisogna saper leggere il totale della bolletta. Questa voce è composta da 4 sottovoci:

  • Spesa per la materia Gas: Indica i prezzi del gas, le perdite durante il trasporto del gas, la componente di dispacciamento. Essi rappresentano la quota maggiore sulla bolletta del gas, infatti essi sono pari circa al 50% della bolletta.
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: Costi per il trasporto e la distribuzione del gas e lettura dei contatori. La tariffa applicata è uniforme su tutto il territorio nazionale.
  • Iva e accise;
  • Spese per oneri di sistema

Differenza tra consumo rilevato e consumo stimato

Spesso sulle nostre bollette Eni gas si trova la dicitura consumo rilevato o consumo stimato, ma cosa vuol dire?




Per consumo rilevato si intende l’insieme di SMC che sono stati realmente consumati in un determinato periodo. In poche parole, sono i consumi reali del consumatore.

Per consumo stimato viene utilizzato quando il fornitore non abbia a disposizione i consumi effettivi e il cliente non procede con l‘autolettura. Di conseguenza il fornitore inserisce sulla bolletta del gas una stima presunta degli SMC.

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.