Cane in casa che abbaia: cosa dice la legge?


Cane in casa che abbaia: cosa dice la legge?




Amiamo i nostri pelosi. Avere un cane in casa ci aiuta a vivere meglio e ad affrontare la vita in modo più divertente e pieno di amore. Un cane ha bisogno di noi: dobbiamo seguirlo sotto molti aspetti. Uno tra questi riguarda sicuramente il suo possibile abbaiare nelle ore più “scomode”.

Come dobbiamo comportarci, se il cane non ci ascolta e abbaia? Che cosa dice la legge a riguardo? Se abitiamo in un posto sperduto e l’abitazione è singola, non dobbiamo preoccuparci. Al massimo, dobbiamo solo comprendere i suoi bisogni e aiutarlo.

Il cane abbaia: che cosa ci dice la legge?

Tuttavia, se abitiamo in un condominio o in un quartiere affollato, dobbiamo prendere alcune precauzioni. Ma scopriamo prima come si esprime la legge.

Una sentenza della Cassazione, per esempio, riporta tale frase: è diritto del cane abbaiare. Ma i vicini non vogliono sentire storie, né spezzarsi il sonno. Dunque, che cosa accade in queste situazioni?




Il cane, ovviamente, ha diritto ad abbaiare, ma non si possono superare determinati limiti, soprattutto della normale tollerabilità. Le persone, dopotutto, hanno bisogno di riposare alla notte e non possiamo interrompere il loro sonno.

Diciamo che ogni situazione è diversa e deve essere giudicata in base a questo. Solo un giudice può stabilire quando l’abbaiare del cane ha superato la normale tollerabilità e quando, invece, è diritto del cane abbaiare. Inoltre è bene sapere che da zona a zona cambia il livello di disturbo in base ai rumori di fondo, abitare al centro di una grande città è diverso di stare in un luogo isolate e silenzioso.

Quando si può essere denunciati

Il caso di illecito si presenta quando una o più persone possono testimoniare che il cane ha abbaiato giorno e notte. Ovviamente, si devono avere delle prove per dimostare che, effettivamente, c’è un caso di disturbo alla quiete pubblica.

L’illecito civile si ha quando vengono disturbati i vicini di appartamento, mentre l’illecito penale è quando l’abbaiare del cane disturba ogni appartamento del quartiere. Quest’ultimo deve essere dimostrato da molte più persone e proprietari di appartamenti del quartiere.

In conclusione un cane non è un peluche e nemmeno uno sfizio, è realmente un componente della famiglia e quindi così deve essere trattato, la legge su questo è chiara se un animale viene lasciato da solo per molte ore e per questo motivo il cane abbaia in continuazione si corre il rischio di essere condannati per disturbo della quiete pubblica.

 

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.