Cane in casa, il vademecum da seguire


Cane in casa, il vademecum da seguire




Il cane è il migliore amico dell’uomo. La sua presenza in casa significa molto. Spesso, gli psicologi affermano che è impossibile essere tristi quando si ha un animale a cui badare, che sia un gatto o un cane.

Ci tirano su il morale, ma soprattutto sono un impegno quotidiano. Infatti, avere un animale in casa, a volte, rappresenta una bella sfida. Dobbiamo prenderci cura di lui e seguirlo in molti aspetti della sua vita.

Tenere un cane in casa: cosa c’è da sapere?

Come possiamo tenere al meglio un cane in casa, per evitare che soffra? Alcune persone sono del parere che i cani di grossa taglia vivano male in appartamento, perché non hanno spazio a sufficienza per esprimere il loro carattere.

Se abbiamo la fortuna di possedere un terrazzo, un giardino o anche un balcone, possiamo installare una porta-finestra che permetta al cane di uscire e rientrare in casa. Questo gli permetterà di sgranchirsi e di patire troppo la chiusura.




Ci sono tanti aspetti da approfondire: dobbiamo prestare molta attenzione, per esempio, alla sua educazione. Contrariamente al gatto, il cane non ha la sua lettiera dove fare i propri bisogni. In caso di cane di piccola taglia, si può eventualmente pensare di insegnargli. Siamo molto fortunati, perché i cani sono estremamente intelligenti e abitudinari.

Insegnate al cane le buone abitudini

Una regola fondamentale da comprendere è che il cane deve seguire e imparare le vostre abitudini. Che si tratti della passeggiata o dell’ora della pappa, il cane non va mai confuso e il suo ritmo non si deve spezzare per nessun motivo.

Per tenere la casa al pulito, vi consigliamo di ricorrere a qualche piccolo trucchetto: mettere dei panni o dei fogli di giornale negli angoli è uno dei più diffusi. Per quanto riguarda la pulizia, basterà disinfettare la casa mentre si lavano i pavimenti.