Come chiudere una veranda, i permessi da chiedere


Come




La veranda è un locale o spazio coperto che ha delle caratteristiche molto simili ad un balcone o ad una terrazza o portico, ma è chiuso sui lati da vetro o da elementi trasparenti e impermeabili che possono essere aperti parzialmente o totalmente.

La creazione edilizia di una veranda

La creazione edilizia di una veranda porta ad un aumento della volumetria dell’edificio e ad una sua conseguente modifica, quindi per costruirla è necessario chiedere un permesso.

Anche perché è una struttura fissa a differenza invece dalla veranda poggiata e non ancorata al pavimento che non richiede alcun titolo abilitativo perché considerata un arredo esterno amovibile.

Quindi per chiudere una veranda bisognerà sicuramente rivolgersi ad un tecnico abilitato che verificherà se l’immobile abbia una volumetria tale da poter consentire la realizzazione della veranda.




Inoltre, bisognerà presentare tutta la documentazione necessaria per realizzare questa opera al proprio Comune di appartenenza.

Se inoltre l’intervento da realizzare riguarda un immobile sottoposto a vincoli paesaggistici e culturali, il tecnico dovrà obbligatoriamente richiedere il parere della relativa Soprintendenza.

Se invece l’intervento verrà fatto in un immobile che si trova in un condominio, bisognerà convocare tutta l’assemblea per richiedere un loro parere e questa autorizzazione verrà allegata a quella da presentare al Comune.

Infine, il proprietario dell’immobile in cui si è verificata la realizzazione dell’opera, a fine lavori dovrà provvedere all’aggiornamento della scheda catastale attraverso la procedura di variazione catastale.

Se l’immobile si trova in un condominio

Se l’immobile si trova in un condominio, oltre a questo passaggio, andranno ricalcolate le quote millesimali in base alle nuove superfici e aggiornate le tabelle.

Quindi, per chiudere una veranda, bisogna chiedere dei permessi perché c’è un aumento di volumetria e non è un mero intervento di manutenzione straordinaria.

Ci vuole dunque il permesso di costruire oppure in alcuni Comuni è richiesta la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività).


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.