Diffusori per ambienti, ce ne sono di ricaricabili?   


Diffusori




L’ultima frontiera dei diffusori per ambienti sono quelli senza fili e ricaricabili (anche se esistono altri modelli senza fili non ricaricabili ma che funzionano a batteria). Ricordiamo a chi invece vuole creare anche un ambiente più caldo una delle migliori alternative sono le candele profumate sempre molto richieste.

Per quelli ricaricabili, la ricarica avviene tramite cavo USB.

Oltre ad avere questo optional, i diffusori per ambienti ricaricabili hanno anche altre caratteristiche come il doppio ugello per la nebbia, lo spegnimento automatico ed un’autonomia variabile (anche fino a 12 ore) e si illuminano e diffondono l’aroma in maniera multipla.

Inoltre sono disponibili anche in diversi colori e forme proprio perché stanno diventando sempre di più dei complementi d’arredo. Il loro funzionamento è molto semplice: non va aggiunta acqua ma semplicemente aggiunto dell’olio essenziale (10 ml di solito), oppure l’intera boccetta di olio essenziale.

Un diffusore di olio essenziale senza fili

Un diffusore di olio essenziale senza fili è quindi molto pratico e versatile proprio perché non ha bisogno di spine o elettricità per funzionare.




La batteria è ricaricabile effettuando un collegamento attraverso la porta USB incorporata, come anticipato, e la batteria si ricarica in circa un’ora favorendo il funzionamento del dispositivo per almeno 4 ore.

Di solito si tratta di dispositivi molto piccoli e facili da spostare, così che si possano portare da una stanza all’altra in base alle proprie esigenze e sono realizzati in materiali robusti e durevoli come plastica.

Alcuni modelli hanno anche dei controlli per impostare il tempo e la quantità o la concentrazione di olio che viene disperso nell’ambiente sotto forma di aroma. Si tratta solo di premere il pulsante corrispondente sul timer e di impostare le ore in cui il diffusore deve funzionare.

Visto che il funzionamento è molto semplice, spendiamo due parole anche per la manutenzione (altrettanto semplice): basterà controllare che lo scomparto in cui viene inserito l’olio sia sempre ben pulito.

Quindi dopo ogni utilizzo, pulirlo: in questo modo si prolungherà la vita utile del diffusore



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.