Enel, come si richiede un nuovo allaccio


Enel, come si richiede un nuovo allaccio




Avete appena trovato casa e, ovviamente, è il momento di cominciare a richiedere i servizi ai vari fornitori. Luce, gas, internet… in questo articolo vi spieghiamo come si può richiedere un nuovo allaccio, quanto tempo occorre, quanto costa e i dati essenziali. Nel nostro caso analizzeremo l’ allaccio Enel ma prima di tutto date un’occhiata al loro sito per capire a quale offerte Enel aderire durante la stipula del contratto.

Come si fa il nuovo allaccio

Occorre fare un po’ di chiarezza sull’allaccio. Che cosa significa? In cosa consiste? La luce è un bene essenziale e non può mancare nella nostra nuova casa. L’allaccio si richiede solamente nel caso in cui non sia mai stata attivata la luce. In poche parole, parliamo di una casa appena costruita, nuova, che non ha mai avuto alcun precedente proprietario. Dunque, è a tutti gli effetti un nuovo allaccio: dovrete collegare la rete elettrica e infine installare il vostro contatore della luce, essenziale per il servizio. Diverso, invece, è il subentro, in cui c’è già un contatore e la casa è stata precedentemente abitata.

Quanto tempo ci vuole per l’allaccio?

Ovviamente, richiedendo un nuovo allaccio all’Enel, si devono fare dei lavori che richiedono tempo e un po’ di pazienza. È normale chiedersi quanto tempo ci vorrà prima di avere a disposizione la luce.




I tempi dipendono dal distributore. Dopo avere fatto la richiesta e avere pagato il preventivo, ci sono due possibili tempistiche. La prima tempistica, nel caso di lavori semplici, richiede due settimane di tempo. Prevede l’installazione del contatore o al massimo un prolungamento dei cavi e dei tubi.

Infine, l’altra tempistica, un po’ più lunga, potrebbe richiedere persino 60 giorni. Tuttavia, dipende dall’abitazione e dal luogo in cui è ubicata.

Costo e documenti dell’allaccio

Veniamo al dunque: quanto costa il nuovo allaccio? Ha un costo totale di circa 500,00 euro, mentre il subentro si aggira attorno ai 50,00 euro. Tra i dati da consegnare all’Enel, ricordatevi il vostro indirizzo, la potenza che richiedete e il numero della concessione edilizia.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.