Cambio contatore luce, chiedere il tesserino di riconoscimenti


Cambio contatore




Il cambio contatore luce avviene secondo delle regole, bisogna tuttavia stare attenti alle moltissime truffe che in questi anni si sta man mano espandendo in tutta Italia. Come accade ogni anno, Enel Energia ed e-distribuzione ci tiene in particolar modo a proporre qualche raccomandazione cosi da andare ad evitare di essere fregati da sconosciuti che si presentano cosi dal nulla come operatori Enel direttamente a casa vostra. Detto questo, vediamo come non essere fregati.

Come avviene il cambio del contatore dell’Enel per non essere truffati?

Se il contattore in vostro possesso è interessato all’obbligo di cambio verrete prontamente avvisati dell’intervento dalla società di distribuzione competente, che varia da comune a comune. Il cliente riceve un avviso di cambio del contatore con circa una settimana di anticipo. La fornitura viene bloccata per un tempo minore, necessario per svolgere correttamente i lavori di sostituzione. Il cambio del contatore Enel è tassativo e il cliente non può non accettare.

Una volta che il nuovo contattore viene installato viene ripianificato con i dati contrattuali del contatore vecchio. In occasione del cambio viene rilevata anche la lettura del precedente apparecchio, che sarà utile per quanto concerne la fatturazione.

Cose da sapere sulla sostituzione del contatore della luce cosi da non essere fregati:

  • Il cambio del contatore è sempre gratuito;
  • Il cliente viene subito avvisato con una comunicazione diretta fornita da parte del distributore perché il cambio non può avvenire senza alcun avviso;
  • Il cliente non può opporsi alla sostituzione, considerando che il contatore è di proprietà del distributore;
  • Il cliente non deve pagare neanche un centesimo al tecnico ne far vedere la bolletta di utenza;
  • Il cambio del contatore non dipende dal fornitore che vi invia la bolletta ma dal distributore;
  • Il tecnico del distributore, cosa importante, dev’essere sempre munito di tesserino di riconoscimento;
  • La presenza del cliente non è obbligatoria, a meno che non sia indispensabile, ad esempio nel caso in cui l’apparecchio è all’interno della casa.




Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.