Risparmio climatizzatore, acquistare il modello in base alla grandezza della stanza


Risparmio climatizzatore




Acquistare il climatizzatore corretto per la casa spesso può risultare complicato. Prima dell’estate è sicuramente il periodo indicato per iniziare a pensarci, cosi da organizzarsi nel miglior modo e non ritrovarsi cosi di punto in bianco a domandare ad amici un climatizzatore portatile usato. Inoltre programmare l’acquisto permetterà di risparmiare sulla bolletta grazie alla classe dell’elettrodomestico.

In linea di massima, tuttavia, sono diversi i fattori che bisogna valutare con la massima attenzione quando si deve acquistare un condizionatore in grado di accontentare pienamente le proprie necessità. Ad esempio, non bisogna mai dimenticare la grandezza di una stanza. Cerchiamo di capirne di più.

Quante stanze raffrescare?

Il numero delle stanze che il condizionatore deve raffrescare è un elemento di vitale importanza da non trascurare. Se l’esigenza è quella di rinfrescare una stanza sola, allora basta una soluzione per l’aria condizionata portatile. Al contrario, se siete alla ricerca di una soluzione efficace per tutta la casa o comunque per ambienti di certe grandezze, conviene senza dubbio puntare su un impianto fisso, che va ad assicurare anche performance di gran lunga migliori.

Il numero complessivo delle stanze va ad influire anche sulla valutazione del numero di unità interne o split da dover installare. Non necessariamente bisogna piazzare uno split condizionatore per ogni camera che si ha all’interno della propria casa: ad esempio, se si ha un corridoio adiacente alle camere da letto, potete procedere all’installazione di una sola unità interna nel corridoio che riversi l’aria condizionata verso le stanze, purché ovviamente queste non siamo molto grandi. Invece, se la metratura delle stanze da raffrescare è particolarmente estesa, allora bisogna pensare ad un climatizzatore multi-split.




Stessa ed identica cosa vale per le case disposte su più livelli

In questa circostanza bisogna valutare anche lo stato di coibentazione – non altro che la tipologia di isolamento termico – e l’esposizione ai raggi del sole negli ambienti nord-sud. In ogni caso, quello che conta maggiormente e su cui bisogna stare attenti è la verifica della compatibilità tra unità esterna e moduli interni, considerando che non tutti quanti i motori sono compatibili con tutti gli split.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.