Orto casalingo, come costruire un semenzaio a casa


Orto casalingo, come costruire un semenzaio a casa




Quando si parla di orto casalingo non si intende prendere due semi e gettarli su di un  piccolo apprezzamento di terra, ma seguire alcune linee guida che nel tempo vi daranno tantissime soddisfazioni personali.
Ovviamente come ogni cosa seguire delle regole è una buona norma anche per evitare di gettare via soldi inutilmente in attrezzature e semi con quest’ultimi che non daranno i propri frutti.

Orto casalingo, come si costruisce un semenzaio a casa

Spesso leggerete che in alcuni periodi dell’anno è meglio, per alcune colture, utilizzare la semina in
semenzaio
. Specialmente nei periodi freddi è bene evitare di piantare direttamente sul terreno per
evitare che il freddo stesso bruci la piantagione.
Un semenzaio in pratica è un ambiente protetto che servirà a far nascere le vostre piantine che poi
dovranno essere trapiantate nel terreno quando saranno cresciute.
Ovviamente prima di procedere alla realizzazione occorre individuare la posizione in cui vorremmo
posizionare il box. È necessario infatti che il semenzaio venga messo in una posizione calda con la luce
del sole diretta
di solito verso sud o sud-ovest se ne avete la possibilità.
Altra parte importante è il terriccio da utilizzare che dovrà essere sterile, quindi meglio acquistarlo per
evitare che sul semenzaio finiscano parassiti o spore di piante infestanti che danneggerebbero i semi.

I materiali da utilizzare per costruire un semenzaio

In pratica un semenzaio è una piccolissima serra da fare in casa, un contenitore che può essere
costruito con il fai da te ma anche essere acquistato già pronto online, ecco alcuni esempi:




Al suo interno possono essere inseriti sia i semi su un letto di terra appositamente preparato oppure
inserirli in piccoli contenitori di torba che poi potranno essere utilizzati direttamente durante il
passaggio sul terreno senza effettuare lo svasamento.
Ovviamente utilizzare un semenzaio vi permetterà di evitare che la semina sia infruttuosa con un
dispendio di soldi ma anche di energie che non porta risultato. In questo modo sicuramente la
percentuale di riuscita
si alza in maniera notevole e vi permetterà di portare in tavola ortaggi di
primissima qualità
e coltivati da voi. Sarà certamente una grande soddisfazione.




2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Orto casalingo gennaio, cosa possiamo piantare questo mese
  2. Orto casalingo, cosa possiamo piantare nel mese di marzo?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*