Impianto elettrico, cosa non può mancare


Impianto elettrico




L’impianto elettrico per un motivo o l’altro dev’essere sempre a norma. Un impianto elettrico non a norma è estremamente pericoloso per quanto riguarda la sicurezza della famiglia oltre che a consumare maggiormente. In questo post vedremo come verificare se un impianto elettrico non è a norma.

Come verificare se un impianto elettrico non è a norma

Prima di tutto va evidenziato che la responsabilità di un impianto elettrico cade sopratutto sull’installatore, dunque l’elettricista che ha svolto i lavori di ammodernamento – o installazione – e ha certificato la conformità dell’impianto. Tuttavia il tutto non vi deresponsabilizza. Verificate sempre che l’impianto elettrico sia stato progettato accuratamente secondo la direttiva dell’Unione Europea e che i prodotti installati abbiano il marchio CE o CEI. Se questi marchi sono assenti, significa che il prodotto non rispetta la normativa.

Ecco come deve essere un impianto a norma

Un impianto elettrico ben progettato a norma deve assolutamente avere un interruttore differenziale composto da minimo 2 unità cosi da garantire la continuità dell’energia a due linee. Gli elettrodomestici più grandi come lavatrice, forno ecc… devono essere usati su una linea differenze da quella della luce. Non deve mai mancare un interruttore generale di emergenza, un sistema di messa a terra e un salvavita. Quest’ultimo ha la funzione di proteggere tempestivamente un edificio intero o struttura da improvvisi incendi o scosse elettriche.

Non devono assolutamente mancare protezioni alla struttura, che vanno a difendere il sistema da sole, polvere ed eccessiva umidità. Dunque l’impianto dev’essere protetto al meglio da contatti sia indiretti che diretti. Le parti di ogni impianto vanno isolate a dovere.




Le prese di corrente, infine, devono essere adeguate perfettamente all’impianto e sopportare il carico degli apparecchi elettrici che vi si attaccheranno. Obbligatoria, tra l’altro, anche la presenza di luci di emergenza e sicurezza, utili in caso di un’interruzione nella fornitura di energia elettrica.

Se le regole appena menzionate non vengono rispettate alla lettera, l’impianto elettrico viene ritenuto non a norma.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.