Muschio, come rimuovere il muschio dal cemento 


Muschio




Il muschio può andare a formarsi soprattutto nelle superfici esterne per via dell’umidità e della pioggia. Diventa di colore nero quando c’è poca illuminazione altrimenti è di colore verde e, con il tempo, penetrando in profondità, provoca crepe e degrado proprio per via delle radici. Quando si vuole pulire a fondo la casa in esterno, questo è uno dei lavori da fare, specie se l’abitazione è esposta a nord.

Questo rende una superficie antiestetica e brutta da vedere.

Quindi, come rimuovere il muschio dal cemento?

Per pulire una superficie in cemento colpita dal muschio, bisogna bagnarla con acqua e applicare un apposito prodotto da distribuire con pennello o spugna da lasciare agire per circa 15 minuti e, successivamente, eliminare il tutto con spazzolone o idropulitrice e abbondante acqua.

Ad ogni modo, per effettuare qualsiasi operazione di pulizia fai da te, è bene prestare attenzione alla propria sicurezza e quindi utilizzare guanti, mascherina e occhiali proprio perché si andranno a spruzzare delle sostanze chimiche ed inalare eventuali polveri.




Per prima cosa, bisogna ammorbidire

Per prima cosa, bisogna ammorbidire la superficie con un lavaggio di acqua nebulizzata (è meglio effettuare questa operazione d’estate, preferibilmente quando la temperatura non scende sotto i 15°) così che l’acqua non evapori velocemente.

Si può utilizzare anche la semplice acqua del rubinetto da far bollire e poi da inserire in un nebulizzatore.

A questo punto, spruzzare l’acqua direzionando lo spruzzo verso l’alto e, una volta che la superficie sarà ammorbidita, utilizzare una spazzola di saggina e spazzolare via la patina più esterna con movimento dall’alto verso il basso.

Se comunque non si dovesse risolvere il problema del muschio nel migliore dei modi, allora sarà importante utilizzare dei prodotti specifici biocidi. Questo tipo di pulizia si può effettuare anche nel caso di annerimenti e, se ci sono croste più dure da eliminare, si possono fare degli impacchi di cellulosa.

La cellulosa dovrà essere diluita in acqua e applicata sulla superficie; per farla aderire, coprirla con dei teli di garza e del cotone idrofilo. Infine, coprire ulteriormente il tutto con dei teli di nylon e lasciare agire questo impacco per 2-3 giorni.

Quindi, risciacquare con acqua deionizzata.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.