Stufa economica, serve la canna fumaria?


Stufa economica




La stufa economica è una tipologia di stufa che era molto diffusa negli anni ’60, insieme al camino, e permetteva non solo di riscaldare gli ambienti ma anche di cucinarvi sopra, grazie al piano cottura in ghisa e al piccolo forno (in cui cuocere diverse pietanze).

Le stufe economiche ancora molto di moda

Tutt’oggi queste stufe si possono acquistare (usate ed anche vintage oppure nuove) online o in diversi negozi.

Se un tempo si installavano soprattutto in case rurali e di montagna, oggi potrebbero essere una scelta intelligente anche per case urbane dato che permettono di risparmiare sui consumi e di avere più funzionalità in un solo “strumento”.

Infatti, queste stufe permettono di riscaldare davvero in modo funzionale gli ambienti perché disperdono poco calore ma soprattutto hanno il vantaggio di poter essere utilizzate come cucina e come forno, sfruttando sempre la stessa fiamma.




Un bel risparmio e una bella funzionalità, insomma!

Però ci sono diversi aspetti da considerare per quanto riguarda l’installazione della stufa economica: di solito queste sono più basse di 110 centimetri e si possono ordinare anche con lo scarico dei fumi posteriore ma l’importante è che ci sia la canna fumaria e che sia dritta e coibentata ed alta oltre il colmo del tetto.

Inoltre, il tratto orizzontale per raccordarsi dalla stufa deve essere piuttosto corto.

Quindi, una volta valutata la fattibilità di installazione della stufa economica in casa propria, si può procedere all’acquisto o di un usato (infatti questa stufa si può trovare anche a 500-800 euro su siti come eBay) altrimenti ci saranno quelle nuove che costeranno oltre i 2000 euro.

La spesa verrà ovviamente ammortizzata in breve tempo se si tiene conto che questa non è una semplice stufa che permette solo di riscaldare gli ambienti ma anche di cucinare e di riscaldare l’acqua per tutta la famiglia



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.