Ristrutturare casa, cosa si deve chiedere per procedere con i lavori


Ristrutturare casa, cosa si deve chiedere per procedere con i lavori




Ristrutturare casa è una di quelle decisioni che non solo gravano fortemente sul budget familiare ma anche sui cambiamenti che per alcuni mesi la famiglia dovrà subire. Quindi quando si è giunti al momento in cui le continue riparazioni per la manutenzione casa siano ormai troppe è bene pensare che probabilmente la soluzione migliore è quella di ristrutturare casa. Molto importante è capire quando iniziare a fare i lavori anche perché spesso ci sono agevolazioni fiscali ristrutturazione casa che vanno valutate per consentire di rientrare di alcune spese importanti.

Ristrutturare casa, da dove si comincia?

Prima di tutto è bene avere chiaro cosa fare e dove agire, infatti quando parliamo di ristrutturare casa
è ovvio che debba andare verso un miglioramento, quindi è bene prendere in considerazione diversi
fattori come ad esempio la coibentazione, l’ecosostenibilità dei materiali, l’utilizzo di fonti di energia
rinnovabili
e l’utilizzo di fonti di calore che rispettano l’ambiente.Dopo aver analizzato questi aspetti è
bene recarsi da un professionista che ci potrà consigliare se una parete può essere spostata o se per
un determinato lavoro servano permessi ristrutturazione casa particolari. Inoltre è bene prendere
contatti con ditte autorizzate che provvedano a smaltire correttamente calcinacci e i detriti che
verranno prodotti. Ricordiamo che il corretto smaltimento rifiuti ci permetterà di evitare delle grosse
multe che spesso possono finire anche nel penale.

Non per ultimo la parte burocratica, di solito se ci siamo affidati ad un geometra professionista provvederà direttamente lui a chiedere tutti i permessi ristrutturazione casa per iniziare i lavori. Inoltre mettersi nelle mani di uno studio può aiutarci ad ottenere le giuste detrazioni fiscali ristrutturazione casa che saranno rimborsate.

Da dove cominciare

Ovviamente analizzare i lavori da fare è la prima cosa, anche in base a quello che i bonus fiscali danno,
ad esempio si dovranno analizzare gli ecobonus, i bonus mobili, i bonus casa e iniziare da li è un  modo
da essere certi che alcuni lavori siano detraibili almeno in parte.
Anche  incentrare i nuovi lavori sulla coibentazione termica farà si che si potrà risparmiare sulla bolletta del gas, e nel corso degli anni alleggerire la spesa iniziale.
Dopo queste valutazioni si dovranno chiedere i permessi al comune che fornirà il nulla-osta per iniziare i lavori senza incorrere in multe salatissime.







2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Smaltimento calcinacci, dove e come buttarli rispettando la legge
  2. Ristrutturazione casa, consigli utili per evitare fregature

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.