Ristrutturazione bagno, come si può risparmiare?  


Ristrutturazione bagno, come si può risparmiare sui costi?  




La ristrutturazione bagno è uno degli interventi di manutenzione più impegnativi e complicati. Va da sè che rifare il bagno può cambiare completamente il volto della casa, inoltre è bene valutare in anticipo i costi della ristrutturazione bagno.

Ristrutturare bagno come risparmare

Considerando le diverse variabili in campo è complicato fare una stima del costo ristrutturazione bagno. Un piccolo segreto per cercare di risparmiare sull’acquisto materiali bagno è quello di sfruttare le potenzialità di internet.

In rete è possibile, infatti, trovare decine di offerte e sconti, così da spendere il meno possibile per l’acquisto materiali bagno. Ovviamente bisognerà essere esperti del settore per comprendere la qualità del prodotto e capire se l’investimento è quello giusto.

Altro consiglio per tenere sotto controllo il costo ristrutturazione bagno è quello di richiedere una serie di preventivi a diversi fornitori, per considerare tutti i passaggi dell’intervento e magari poterli combinare tra loro, spendendo il meno possibile.




Le agevolazioni fiscali

Di grande aiuto per risparmiare sulla ristrutturazione del bagno può essere anche  l’applicazione
agevolata dell’aliquota IVA del 10% per tutti gli interventi di recupero edilizio.

E’ possibile usufruire dell’agevolazione in caso di lavori di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione. L’aliquota agevolata viene applicata anche per l’acquisto materiali bagno impiegati nel risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.

L’impianto idraulico e le piastrelle possono essere i due interventi più onerosi ed è per questo che consigliamo un acquisto oculato sia dei punti d’acqua che delle mattonelle.

Rifare il bagno permessi

Per rifare il bagno non c’è bisogno di permessi particolari nel caso in cui si tratti di ristrutturazione
ordinaria. La ristrutturazione ordinaria si intende, tutti i lavori che riguardano l’abbellimento
dell’appartamento e che non modificano la struttura dell’edificio.

Per quanto riguarda, quindi, la ristrutturazione bagno, nel caso in cui vengano sostituiti i sanitari o le
piastrelle non ci sarebbe bisogno di permessi particolari.

 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.