Ristrutturazione bagno, quanto costa una ristrutturazione


Ristrutturazione bagno, quanto costa una ristrutturazione




Dare una nuova vita al proprio bagno per renderlo più accogliente, un luogo di relax in cui ci fa piacere trascorrere del tempo, può non risultare semplicissimo. Quando si deve inizia a pensare ad una ristrutturazione bagno è necessario armarsi di buone idee, pazienza e soprattutto voglia di fare.

Ristrutturazione bagno: i costi

Stabilire preventivamente il costo ristrutturazione bagno è praticamente impossibile. Ci sono tante varianti che possono determinare la variazione della spesa come la grandezza del locale, la qualità dei materiali acquistati e lo stato di usura del bagno stesso.

Un consiglio per risparmiare sul costo ristrutturazione bagno è quello di organizzare in maniera preventiva l’acquisto materiale bagno, magari online dove è possibile sfruttare tante offerte e sconti.




Un altro importante aspetto da tenere in considerazione per stabilire il il costo ristrutturazione bagno è l’applicazione dell’aliquota IVA del 10% per tutti gli interventi di recupero edilizio.

Acquistare i materiali

L’agevolazione concerne i lavori di  restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione. L’aliquota agevolata riguarda anche l’acquisto materiali bagno, con esclusione di materie prime e semilavorati, impiegati nel risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.

Tornando alla ristrutturazione del bagno la voce più onerosa è il rifacimento dell’impianto idraulico che può costare dai 2mila ai 4mila euro, con un costo per punto acqua tra i 120 e i 150 euro. Camabiare le piastrelle, invece, tra materiale e manodopera, la spesa si può aggirare intorno ai 2mila euro.

Rifare bagno permessi: ecco cosa serve

La prima domanda che ci si pone, ovviamente, è: per rifare il bagno quali permessi sono necessari? La
risposta è semplice: se si tratta di ristrutturazione ordinaria non servono permessi.

Nella fattispecie, però, è necessario capire cosa si intende per ristrutturazione ordinaria. Si tratta di tutti
i lavori che riguardano l’abbellimento dell’appartamento e che non vanno ad intaccare la struttura
dell’edificio.

Quindi, in caso di ristrutturazione bagno, nel caso in cui vengono sostituiti i sanitari o le piastrelle non sono necessari permessi particolari.