Stufe a bioetanolo: sono sicure?


Stufe a bioetanolo: sono sicure?




Il modello di stufa a bioetanolo è uno dei più acquistati degli ultimi tempi. Ma sono davvero sicure? Quali sono le sue caratteristiche? Dobbiamo essere sinceri: rispetto alle stufe a pellet o legna, le stufe a bioetanolo presentano un design molto caratteristico ed elegante.

Ed è proprio questo uno dei motivi per il quale sono tanto scelti dai clienti. Tuttavia, non possiamo non ignorare i “limiti” di queste stufe e le conseguenze, anche piuttosto drastiche in alcuni punti.

Quando scegliamo il riscaldamento per i nostri ambienti, dobbiamo valutare il costo sul lungo termine. Sappiamo che se ci affidiamo a gas e a metano, inquiniamo parecchio, a meno che non abbiamo una apparecchiatura ad alta efficienza, che tuttavia ha un costo iniziale insostenibile per il bilancio familiare.

Dunque, ripiegare su un modello di stufa è spesso preferibile e comune. Certo, le stufe a bioetanolo riscaldano l’ambiente – per quanto non assicurino una potenza di calore molto alta – sono considerati parte dell’arredamento e creano un’atmosfera rilassante e romantica.




I rischi delle stufe a bioetanolo: quali sono?

Sul lungo termine, però, queste speciali stufe possono interferire con il nostro organismo e creare un ambiente nocivo. Tutto dipende dall’utilizzo che se ne fa e soprattutto dal fornitore di bioetanolo a cui ci rivolgiamo.

Questi modelli non necessitano di lavori di costruzione né di installazione: il costo iniziale è ridotto. Ma non possiamo ignorare i rischi che derivano dall’utilizzo del bioetanolo.

Negli ultimi tempi, una ricerca condotta dal Fraunhofer Institute for Wood Research ha messo in evidenza come l’etanolo rilasciato in grandi quantità possa inquinare l’ambiente.

Tuttavia, non avendo una canna fumaria o un tubo di scarico all’esterno dell’abitazione, è l’interno della casa che la stufa a bioetanolo inquina e che rende invivibile.

Un modo per prevenire possibili problemi è rivolgersi a un fornitore sicuro di bioetanolo e utilizzarla secondo le specifiche tecniche e seguire i consigli del venditore.

 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.