Natale 2018, Come fare il presepe al meglio


Natale 2018, Come fare il presepe al meglio




Il presepe è tra gli elementi più importanti del Natale. Sin da quando eravamo bambini, siamo stati abituati a prepararlo e a vederlo pronto a partire dall’8 dicembre, giorno dell’Immacolata, assieme all’albero di Natale. Ma bisogna sempre pensare all’originalità e ai modi migliori per realizzare questa tradizionale decorazione anche per questo Natale 2018.

Tutto quello che serve per il presepe

Sicuramente le prime cose che servono sono le carte per dare vita ai “pavimenti”: scegliamo una carta che ricordi un terreno roccioso, oppure diamo libero sfogo alla nostra fantasia. Compriamo dei rotoli di cielo stellato da mettere dietro, sul muro, come “sfondo” del presepe: meglio se potremo attaccare ed aggiungere una cometa.

Acquistiamo muschio finto, paglia, ancora meglio se troviamo della neve finta (altrimenti potremo crearla con il cotone). Compriamo anche dei piccoli sassolini bianchi che potremo trovare acquistando semplicemente una lettiera per gatti. Non potranno mancare le lucine ma neanche i piccoli alberelli per il presepe. Naturalmente dovremo anche acquistare le statuine dei Re Magi, di tutti i componenti della Sacra Famiglia, nonché la statuetta dello stesso Gesù Bambino che dovrà essere però messa nella capanna allo scadere della mezzanotte il 24 dicembre.

Come decorare il presepe per questo Natale 2018

Sicuramente è sempre consigliato partire dal pavimento e dal terreno, mettendo prima le varie carte per l’ambientazione. Iniziamo dal terreno, appunto, poi passiamo allo sfondo, infine attacchiamo la cometa ed iniziamo a sistemare tutti gli alberelli, i sassolini e le decorazioni ‘secondarie’.




Sistemiamo la capanna, facendola fai da te oppure acquistandola già pronta: all’interno metteremo i personaggi più importanti del presepe, compresi il bue e l’asinello, anche se dovremo attendere per mettere Gesù Bambino.

Per quanto riguarda l’esterno del presepe, attenzione a dare vita a dei gruppi ben formati: diamo vita ad una parte di paese dove ci sia il panettiere, il salumiere, il fruttivendolo ed altri venditori. Da un’altra parte mettiamo gli artigiani e creiamo un vero e proprio paese!




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.