Griglie dei fornelli, come vanno pulite


Griglie




Dopo ogni cottura è bene pulire le griglie o quantomeno fare una pulizia accurata una volta a settimana. Negli ultimi anni si sono adottare anche soluzioni più green grazie al vapore che pulisce molto bene e scrosta la sporcizia in modo veloce e facile.

Il metodo più classico

  • guanti in gomma
  • spugnetta abrasiva
  • sgrassatore

Posizionare le griglie nel lavandino o nella vasca da bagno, aggiungere lo sgrassatore e lasciare agire per circa un’ora. Passare la spugnetta metallica e risciacquare con cura.

Se lo sporco è ostinato, mettere in ammollo le griglie con dell’acqua tiepida e un cucchiaio di polvere per il bucato, lasciare in ammollo per una mezz’ora e, al termine, sciacquare con cura le griglie e farle asciugare per bene.

Si possono anche utilizzare dei rimedi naturali come del succo di limone da passare sulla superficie delle griglie usando una spugnetta metallica per rimuovere lo sporco.




Al termine dell’operazione bisogna sempre risciacquare con acqua tiepida, con cura.

Può sembrare un’operazione noiosa

Può sembrare un’operazione noiosa perché le griglie di solito presentano diverse incrostazioni ma utilizzando i prodotti giusti e un po’ di olio di gomito, il risultato sarà soddisfacente.

In definitiva, ricapitoliamo come pulire le griglie, se si tratta di quelle in ghisa o in acciaio.

Per quanto riguarda le griglie in ghisa dei fornelli pulirle con un panno umido o una spugna, per togliere tutti i residui di cibo e grasso depositati: riempire il lavello con acqua calda e lasciare in ammollo per alcuni minuti.

Quando le incrostazioni si sono ammorbidite, è possibile procedere alla rimozione dello sporco, usando una spatola o una spugna metallica e un prodotto sgrassante che non sia troppo aggressivo.

Infine, bisogna riscaldare le griglie in ghisa e pulirle con della carta assorbente o un panno. La pulizia delle griglie in acciaio della cucina può essere effettuata con dell’acqua e del detersivo per piatti.

Per l’acciaio è opportuno evitare graffi e incisioni del rivestimento quindi usare spugne in microfibra o panni morbidi (è sconsigliato utilizzare spugne metalliche o abrasive).

Per quanto riguarda i prodotti si possono usare sgrassanti, detergenti, oppure rimedi naturali come aceto, bicarbonato o succo di limone.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.