Acqua piovana, come raccoglierla


Acqua




L’acqua è una delle risorse più preziose che abbiamo sul nostro pianeta e, purtroppo, anche una di quelle che sprechiamo di più in assoluto, a volte anche senza rendercene conto.

Molte persone si stanno rendendo conto però dell’importanza dell’acqua piovana che può essere raccolta e riutilizzata ad esempio per irrigare il giardino, il prato o l’orto. Inoltre convogliare l’acqua piovana può aiutare ad evitare allagamenti dei piani interrati.

Ci sono quindi diversi vantaggi nell’utilizzare l’acqua piovana per queste attività:

  • quest’acqua non costa nulla
  • è un’acqua di qualità, priva di calcare e cloro e ha una durezza inferiore rispetto a quella del rubinetto.

Ma come raccogliere l’acqua piovana?

Il metodo più diffuso è installare una cisterna nel giardino, magari posizionandola sotto una grondaia così che l’acqua possa confluire direttamente qui.

La cisterna poi dovrebbe trovarsi su una superficie solida e orizzontale, ben compatta, in un luogo abbastanza ombreggiato perché il calore e il sole possono portare alla comparsa di alghe e germi.

La maggior parte delle cisterne sono realizzate in un materiale termoplastico (per esempio in  polipropilene) resistente a raggi UV e intemperie.

Tuttavia, anche le cisterne di raccolta in legno sono molto scelte perché anche esteticamente belle da vedere.

Questi contenitori possono raccogliere tra i 200 e i 1000 litri di acqua piovana, ovvero una quantità sufficiente per irrigare giardini di dimensioni medio-piccole.

Se si vuole irrigare un giardino più grande si possono utilizzare anche le pompe sommerse o le pompe speciali per cisterne che vanno appese entrambe direttamente all’interno della cisterna.

Quindi questa della cisterna o del serbatoio da posizionare in giardino è la soluzione ideale per raccogliere l’acqua piovana che scola direttamente da tetti e grondaie.

L’acqua può essere anche filtrata così che al suo interno non ci saranno residui e detriti, oppure foglie e pietrisco; in ogni caso l’acqua non sarà potabile ma potrà essere comunque utilizzata per diverse attività, risparmiando così sulla bolletta dell’acqua.
[smiling_video id=”361273″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.