Mercato immobiliare, cosa accadrà nel 2018? Cresce la richiesta


Mercato immobiliare, cosa accadrà nel 2018? Cresce la richiesta




Dal punto di vista del mercato immobiliare dopo anni di crisi pare che nel 2018, visti i dati dell’ultimo semestre del 2017, ci possa essere una ripresa interessante. La cosa da capire in realtà è come si sta uscendo dalla crisi e quali modalità prenderà, nel 2018, il mercato immobiliare. Ovviamente per chi si occupa di vendita di case non ci sono ancora segnali di ripresa tali da determinare stati di euforia, ma con molta probabilità si  arrivati al giusto equilibrio tra chi vende e chi acquista dal punto di vista dei prezzi delle case.

Da un’ analisi di Tecnocasa, nel 2017 ci sono state circa 550mila compravendita di case, un dato che in realtà mostra che non c’è una vera e propria crescita ma diciamo una assestamento del mercato. In testa ovviamente le grandi città che hanno segnato una crescita già dallo scorso anno. Dal punto di vista dei prezzi è interessante il fatto che a parte un leggerissimo aumento la svolta è stata quella di equilibrare il prezzo acquisto casa rendendolo di fatto più appetibile ma soprattutto più alla portata di tutti.

Mercato immobiliare 2018, fuori dalla crisi?

Quando si parla di case ovviamente la prima cosa che ci si domanda è se in questo periodo storico sia
più vantaggioso acquistare casa o affittare casa. In realtà non è facile rispondere alla domanda, ovviamente dipende da molti fattori non per ultimo la stabilità economica. La cosa certa è che dal 2017 i tempi di vendita degli immobili sono calati notevolmente. Infatti se la cifra richiesta è giusta i tempi di vendita si accorciano in maniera sostanziale, i dati attuali sono che nelle grandi città si aspetta circa 141 giorni, nei capoluoghi di provincia 167 giorni e nei comuni dell’Hinterland delle grandi città 162 giorni.

La ripresa inoltre è molto simile sia dal punto di vista di acquisto prima casa che invece di acquisto
casa come investimento
. Interessante anche la tipologia, i più richiesti i trilocali seguito dal quattro
locali se si deve investire, trilocali, bilocali e monolocali per chi invece acquista casa per la prima volta.




Cosa accadrà nel 2018?

In linea di massima il trend del 2018 dovrebbe essere molti simile a quello del 2017 con un aumento
delle compravendite
 molto leggero e un consolidamento dei prezzi che saranno più “arrivabili”
rispetto agli anni precedenti. Inoltre iniziano a ripartire le nuove costruzioni e che hanno dei criteri
legati all’efficienza energetica e antisismica.
La paura più grande ovviamente è che vedendo una crescita i proprietari di immobili possano di nuovo
aumentare i prezzi
discostandosi dai prezzi reali del valore di mercato, e quindi scoraggiando chi deve
acquistare casa non propensi a spendere di più del dovuto.

 




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.