Riunione di condominio, la delega a partecipare


Riunione di condominio, la delega a partecipare




Per legge, la convocazione per la riunione di condominio deve essere ricevuta cinque giorni prima. Tutti i condomini devono ricevere la propria lettera di convocazione, altrimenti l’assemblea verrebbe annullata, perché non avrebbe validità.

È obbligatorio partecipare alle riunioni di condominio?

Non sempre è possibile prendere parte a un’assemblea condominiale. Inoltre, non è nemmeno obbligatorio per legge: tecnicamente, dovete solo parteciparvi una volta all’anno. Il problema si presenta quando ci sono da discutere dei temi importanti.

Insieme alla lettera di convocazione, è obbligatorio inserire l’ordine del giorno, ovvero il motivo per il quale l’amministratore di condominio o un condomino ha deciso di indire l’assemblea.

Possono essere molteplici i motivi per cui diventa obbligatorio partecipare: una scelta sulla manutenzione ordinaria e straordinaria, la decisione della ditta di pulizie o di giardinaggio che si occuperà di mantenere pulito e bello lo stabile.




O, ancora, il motivo potrebbe essere l’installazione di una nuova apparecchiatura, l’aggiornamento delle caldaie centralizzate. A questo proposito, tutti i condomini hanno la possibilità di esprimere la propria opinione e di dare il proprio voto, sia a favore o a sfavore.

Il peso di ogni voto dipende dai millesimi dell’appartamento in cui abita il condomino.

Che cos’è la delega a partecipare?

Tuttavia, a volte, partecipare all’assemblea condominiale ci è impossibile. Potremmo essere trattenuti a lavoro, essere in un’altra città o avere comunque un obbligo da adempiere. A questo punto, diventa necessario trovare la persona a cui delegare la propria presenza.

Se siete in affitto, il proprietario potrebbe dare a voi la possibilità di presenziare all’assemblea condominiale al suo posto. Ovviamente, vi darà delle direttive e voi gli riporterete tutti gli argomenti discussi in sede di riunione.

Se siete, invece, i proprietari dell’appartamento, potete scegliere un familiare o una persona a voi cara a cui affidare la delega. Per legge, è assolutamente possibile farlo.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.